01:13

Trump attacca manager case auto Ford-Gm

'Henry Ford e Alfred Sloan si rigirano nella tomba a vederli'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 22 AGO - "I leggendari Henry Ford e Alfred Sloan, i fondatori di Ford e General Motors, si stanno rigirando nella tomba di fronte alla debolezza dei manager delle loro società che vogliono spendere di più su auto non sicure e che costano ai consumatori 3.000 dollari in più". Lo twitta Donald Trump tornando ad attaccare i vertici della case automobilistiche per aver accolto con freddezza la sua proposta sulle emissioni. Un piano che allenta i paletti dell'era Obama e che ha spinto quattro case automobilistiche a siglare un accordo con la California.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




20:07

Chemio soft per far nascere figlia,morta

Mamma nigeriana aveva diagnosi grave tumore al seno

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TREVISO, 21 AGO - E' morta a Treviso una giovane mamma nigeriana 29enne che, avuta la diagnosi di un tumore mentre era all'inizio della gravidanza, aveva volontariamente scelto di sottoporsi a una chemioterapia meno invasiva, per far nascere sana la sua bimba. La donna, giunta a Treviso 9 anni fa, è deceduta domenica sera. La notizia della gravidanza era stato il sogno tanto cercato dalla giovane e dal suo compagno, un italiano. Ma subito dopo gli esami di routine avevano evidenziato la presenza di un tumore al seno. L'intervento chirurgico aveva evidenziato una malattia in fase più avanzata del previsto. Messa di fronte alla scelta della chemio da seguire, la 29enne ha escluso il percorso più indicato, e invasivo, per salvaguardare la salute della nascitura. Ha accettato cure 'soft', per contenere la progressione del tumore, rimandando a dopo la nascita della bimba, nata in perfetta salute, un percorso farmacologico più duro. Purtroppo non ce l'ha fatta, ed è deceduta tre mesi dopo la nascita della figlia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



19:36

Trovato morto 9 giorni dopo la scomparsa

In una grotta, Pm dispone autopsia per accertare cause decesso

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MOTTOLA (TARANTO), 21 AGO - E' stato trovato morto nel Tarantino, in una grotta non lontano da una pista di go-kart, nelle campagne tra Mottola e Palagiano, il 32enne Domenico Bello, di cui era stata denunciata la scomparsa il 12 agosto scorso. A fare la scoperta sono stati due vigilantes che hanno poi allertato i carabinieri. Il sostituto procuratore Giorgia Villa, che si è recato sul posto con il medico legale, ha disposto l'autopsia. Al momento non si esclude alcuna ipotesi sulle cause del decesso. La scomparsa dell'uomo, che lascia la moglie e un figlio piccolo, era stata segnalata sui social network da suo padre, un commissario di polizia in pensione. Uscito di casa, Domenico Bello aveva scambiato dei messaggi con i familiari in mattinata. Poi il silenzio. I carabinieri avevano trovato una moto di sua proprietà vicino un podere di contrada Casalrotto. Oggi il ritrovamento del corpo. La morte potrebbe risalire al giorno della scomparsa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


19:21

Bassetti, si governi per bene comune

Per presidente Cei "non si può governare su contratti"

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PERUGIA, 21 AGO - "Non si può governare su dei contratti, ma lo si deve fare sui progetti e aspetto che qualcuno sia in grado di poterne fare concordati e attuabili per il bene comune": lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia, rispondendo a una domanda sulla crisi di Governo. L'ha fatto a margine dell'inaugurazione dell'oratorio dedicato a Giampiero Morettini a San Martino in Campo, nel capoluogo umbro. "Ogni crisi preoccupa - ha aggiunto -, speriamo che sia di crescita".
    "Ho una visione più laica della politica che per noi è fatta di contenuti evangelici" ha sottolineato ancora il card.
    Bassetti, che ha richiamato Giorgio La Pira, rispondendo sui ripetuti riferimenti ai simboli religiosi in Senato durante il dibattito seguito all'intervento del premier Giuseppe Conte.
    "La religiosità - ha aggiunto l'arcivescovo di Perugia - si esprime in chiesa è nei luoghi della fede".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



19:01

Incendi, interventi aerei in sei regioni

Super lavoro Canadair e elicotteri in Calabria, Campania e Lazio

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - L'impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, è proseguito anche oggi senza sosta: gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Secondo i dati disponibili alle ore 18, sono state 21 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 8 dalla Calabria, 4 rispettivamente da Campania e Lazio, 3 dalla Basilicata, una ciascuna da Molise e Sardegna.
    L'intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei - 10 Canadair e 4 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 12 roghi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:31

Calcio: Dzeko, Florenzi mi disse 'se rinnovi sei capitano'

Chiudi
Roma's Edin Dzeko (2R)  jubilates with his teammates after scoring the 2-2 goal during the friendly soccer match AS Roma vs Real Madrid CF at Olimpico stadium in Rome, Italy, 11 August 2019. ANSA/ANGELO CARCONI (ANSA) As Roma forward Edin Dzeko during a friendly match against Athletic Bilbao in Perugia, 7 August 2019. ANSA/CROCCHIONI (ANSA) Bosnian forward of As Roma Edin Dzeko during a friendly match against Athletic Bilbao in Perugia, 7 August 2019. ANSA/CROCCHIONI (ANSA) As Roma forward Edin Dzeko during a friendly match against Athletic Bilbao in Perugia, 7 August 2019. ANSA/CROCCHIONI (ANSA) Roma's Edin Dzeko (2R) jubilates with his teammate Alessandro Florenzi after scoring the 2-2 goal during the international friendly soccer match AS Roma vs Real Madrid CF at Olimpico stadium in Rome, Italy, 11 August 2019. ANSA/ANGELO CARCONI (ANSA) Bosnian forward of As Roma Edin Dzeko during a friendly match against Athletic Bilbao in Perugia, 7 August 2019. ANSA/CROCCHIONI (ANSA) Romas Edin Dzeko scores the 2-0 goal during Serie A soccer match as Roma - FC Juventus at Olimpico Stadium in Rome, 12 May 2019. ANSA/CLAUDIO PERI (ANSA) Roma's Edin Dzeko (L) celebrates with his teammates after scoring the 2-2 goal during the international friendly soccer match AS Roma vs Real Madrid CF at Olimpico stadium in Rome, Italy, 11 August 2019. ANSA/ANGELO CARCONI (ANSA) Roma's Edin Dzeko (R) in action during the international  friendly soccer match AS Roma vs Real Madrid CF at Olimpico stadium in Rome, Italy, 11 August 2019. ANSA/ANGELO CARCONI (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - "Florenzi ogni giorno mi ripeteva che, se fossi rimasto, mi avrebbe ceduto volentieri la fascia di capitano. I miei compagni di squadra sono anche amici, fratelli.
    'Tu non vai da nessuna parte', mi dicevano. Qui ho un bellissimo rapporto con tutti. Florenzi e Pellegrini mi dicevano 'tu resti qui con noi'. Alla fine sono rimasto". Così Edin Dzeko, fresco di rinnovo, in un'intervista pubblicata dai canali social della Roma. "Le sensazioni provate qui hanno fatto la differenza nella mia scelta - aggiunge il centravanti dei giallorossi - non è la prima volta che lo dico, ma è così anche per mia moglie e per i miei figli, che sono nati qui. Quando eravamo in vacanza, mia figlia mi ripeteva sempre: 'Papà, andiamo a casa, a Roma'. E poi sono contento se vedo gli altri contenti che sia rimasto nella Roma, dove tutti mi vogliono bene e mi stimano". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA