04:42

Borsa Shanghai positiva, +0,46%

In rialzo anche Shenzhen, a +0,26%

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 21 MAR - Le Borse cinesi viaggiano in territorio positivo: l'indice Composite di Shanghai sale dello 0,46%, a 3.104,80 punti, mentre quello di Shenzhen segna un rialzo dello 0,26%, a 1.688,91.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

04:04

Nuova Zelanda: stop vendita armi assalto

Decisione del premier, divieto anche per caricatori estesi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 21 MAR - Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha vietato con effetto immediato la vendita di armi d'assalto nel Paese, ancora sotto shock dopo la strage di Christchurch. Il divieto vale anche per le armi con caricatore esteso e "fucili semiautomatici di tipo militare", come quelli utilizzati nel massacro di venerdì scorso. La premier ha detto che l'uomo arrestato ha acquistato l'arma legalmente e ha aumentato la capacità con un caricatore "acquistato facilmente online".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

00:04

Msf, bimbi malnutriti in centri Libia

Medici senza frontiere, il caso Sabaa. Allarme per oltre il 10%

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - IL CAIRO, 21 MAR - Le sofferenze dei centri di detenzione per migranti in Libia sono note ma ora Medici senza frontiere ha pubblicato un rapporto che documenta un loro aspetto: la carenza di cibo e la malnutrizione anche gravissima che colpisce soprattutto i bambini. Il caso preso in esame dal rapporto è quello di Sabaa, uno dei sette centri di detenzione di Tripoli gestiti da una divisione del ministero dell'Interno libico, quindi non da trafficanti, uno dei cinque a cui dottori di Msf ha accesso almeno una volta a settimana. A Sabaa sono rinchiuse al momento più di 300 persone - eritrei ma anche sudanesi, nigeriani, camerunensi e ghanesi - di cui circa un terzo sono bambini e ragazzi sotto i 18 anni. Più della metà dei detenuti ci vivono da almeno sei mesi. L'aspetto "più preoccupante" è la presenza di "malnutrizione gravemente acuta" nel 2% dei migranti nel complesso: una quota che sale al 3% fra i bambini. "Allarmante" è anche la malnutrizione definita "moderatamente acuta": 5% con un picco del 9% fra i piccoli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:52

Sy a Pm, "Mare Jonio" fatto scatenante

Per lui "la goccia che ha fatto traboccare il vaso"

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 20 MAR - Il caso della nave Mare Jonio è stato "l'episodio scatenante, la goccia che ha fatto traboccare il mio vaso". E' quanto avrebbe detto in sostanza, Ousseynou Sy, l'autista che ha dirottato un bus con 51 studenti e gli ha dato fuoco, nell'interrogatorio davanti al capo del pool dell' antiterrorismo milanese Alberto Nobili e al pm Luca Poniz.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:47

Olanda: boom dei populisti al Senato

'Forum per democrazia' secondo partito, calo anche per Wilders

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 20 MAR - La coalizione di governo del premier olandese Mark Rutte ha perso la maggioranza al Senato al termine delle elezioni provinciali. Secondo gli exit poll Ipsos, citati da Dutch News, il partito di estrema destra populista 'Forum per la Democrazia' entra per la prima volta al Senato come secondo partito con 10 seggi su 75, contro i 12 del partito di centrodestra Vvd di Rutte. La formazione anti-islamica di Geert Wilders (Pvv) passa invece da 9 seggi a 6. La camera alta olandese verrà votata a maggio dai rappresentanti provinciali eletti oggi. Secondo gli exit poll, che prevedono un margine di errore di un seggio per partito, l'attuale coalizione di governo 'quadripartita' di Rutte può contare su 31 seggi, molto meno dei 38 necessari per avere la maggioranza alla Camera alta del parlamento, e dovrà quindi cercare il sostegno dai partiti dell'opposizione per portare avanti la legislatura. Il Forum per la democrazia partecipò alle legislative del 2017 ottenendo 1,8% e due seggi nella Camera bassa del parlamento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

23:46

Revocato obbligo dimora a Oliverio

Governatore accusato abuso d'ufficio da Procura Catanzaro

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - CATANZARO, 20 MAR - La Corte di Cassazione ha revocato l'obbligo di dimora nel comune di residenza cui era sottoposto dal 17 dicembre scorso il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. Il provvedimento era stato emesso dal gip su richiesta della Procura di Catanzaro per abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta "Lande desolate" per presunte irregolarità in due appalti gestiti dalla Regione per la realizzazione della sciovia di Lorica e dell'aviosuperficie di Scalea. Gli appalti al centro dell'inchiesta, condotta dalla Guardia di finanza con il coordinamento della Procura-Dda catanzarese diretta da Nicola Gratteri, sono gestiti dall'impresa di costruzioni di cui é titolare Giorgio Ottavio Barbieri, arrestato il dicembre scorso - poi posto ai domiciliari dal riesame - e ritenuto vicino alla cosca di 'ndrangheta dei Muto di Cetraro (Cosenza). Soddisfazione per la decisione della Cassazione è stata espressa dai legali di Oliverio, gli avvocati Armando Veneto e Vincenzo Belvedere.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

22:17

Siria:salma di Orsetti tornerà in Italia

Lo riferisce lo zio: 'Non sappiamo ancora quanto tempo ci vorrà'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - FIRENZE, 20 MAR - "I genitori hanno deciso di far rientrare dalla Siria la salma di Lorenzo". Lo ha detto Luca Rasoti, lo zio di Lorenzo Orsetti, il 33enne fiorentino ucciso durante una controffensiva dell'Isis in Siria. "I genitori lo vogliono vicino", forse sarà sepolto nel cimitero di Rifredi, nel suo quartiere di Firenze, "ma ora dobbiamo capire quando sarà possibile riavere il corpo - prosegue Rosati -. Sono rientrato ora a casa e sto per scrivere alla Farnesina per comunicare ufficialmente la decisione dei genitori di Lorenzo.
    Quanto ci vorrà? Forse me lo diranno loro".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

22:15

Brexit: May,tempo scaduto per Parlamento

'Mio accordo migliore possibile, è tempo che deputati decidano'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - LONDRA, 20 MAR - L'accordo sulla Brexit raggiunto a novembre è "il migliore accordo negoziabile" per garantire l'attuazione della volontà popolare manifestata nel referendum del 2016. Così la premier Theresa May nel discorso di stasera alla nazione in cui ha spiegato le ragioni che l'hanno spinta a chiedere "con grande rammarico personale" un rinvio seppur breve dell'uscita dall'Ue e la sua opposizione sia a un referendum bis sia alla partecipazione britannica alle elezioni europee. Poi l'attacco duro, diretto e quasi provocatorio al Parlamento di Westminster, accusato di non aver voluto attuare la Brexit né "prendere una decisione", nascondendosi "mozione dietro mozione, emendamento dietro emendamento". "Sono sicura - ha proseguito - che voi, l'opinione pubblica, ne abbiate abbastanza. Che siete stanchi di scontri, di giochi politici, di arcane risse procedurali. Che vogliate che il processo della Brexit sia portato a termine. Sono d'accordo con voi e sono al vostro fianco. E' tempo che i parlamentari decidano".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




21:14

Decretone: da Camera fiducia con 323 sì

I no sono stati 247, 4 gli astenuti

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 20 MAR - L'Aula della Camera ha approvato la fiducia al decretone che introduce reddito di cittadinanza e quota 100 per la pensione. I sì sono stati 323, i no 247 e 4 astenuti. Ora si passa agli ordini del giorno, domattina ci sarà il voto finale sul provvedimento che poi dovrà tornare al Senato per la terza lettura.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



20:09

Incendio e riciclaggio, 5 arresti

Progettato anche sequestro lampo per rapina in caveaux

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 20 MAR - Cinque persone sono state arrestate dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza di Brescia per l'incendio doloso di un centro benessere di Desenzano del Garda e riciclaggio di denaro. Dalle indagini è inoltre emerso che il mandante dell'incendio, un 58enne residente in provincia di Frosinone, insieme ad un complice, ha effettuato diversi sopralluoghi "destinati verosimilmente - affermano gli investigatori - a compiere un 'sequestro lampo' nei confronti di alcuni esponenti di una società toscana di custodia valori allo scopo di rapinarne i caveaux". Il blitz dei comandi provinciali dell'Arma e della Gdf, insieme a Scico e Ros è scattato oggi all'alba nelle province di Brescia, Frosinone, Bari, Roma e Latina, dove sono stati arrestati quattro italiani e una donna rumena accusati, a vario titolo, di concorso in incendio, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori. Oltre agli arresti sono state effettuate 20 perquisizioni locali e personali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA