Aston Martin DBX, via a produzione nuovo suv a St Athan

Stabilimento, ex base RAF, entrerà a regime entro giugno 2020

Motori Prove e Novità
Chiudi Aston Martin DBX, via a produzione nuovo suv a St Athan (ANSA) Aston Martin DBX, via a produzione nuovo suv a St Athan

Il secondo stabilimento britannico di Aston Martin Lagonda, quello di St Athan, nel Galles, è passato alla fase operativa iniziando a produrre i primi esemplari del modello DBX con cui la Casa britannica (controllata però dalla italiana Investindustrial della famiglia Bonomi) debutterà a fine 2019 nel segmento dei suv di lusso. Ex sito del Ministero della Difesa, St Athan era stato annunciato come il secondo impianto britannico per Aston Martin Lagonda all'inizio del 2016 e da allora l'intero sito, compresi i tre 'super hangar' (era una base della RAF) è stato trasformato in un moderno stabilimento che unisce le attrezzature più moderne alle linee per costruzione e rifinitura artigianali a mano. Parte del continuo investimento di Aston Martin nel Regno Unito, St Athan ha finora creato 200 posti di lavoro e si prevede che ne creerà altri 550, a cui a regime di aggiungeranno altri 3.000 posti di lavoro attraverso la catena di subfornitura e le imprese locali. ''Questo è un momento emozionante per Aston Martin Lagonda - ha dichiarato Andy Palmer, CEO del Gruppo - Il nostro secondo impianto di produzione ora produce veicoli di pre serie ed è pronto per entrare a regime nel primo semestre del 2020. I nostri team di produzione e produzione, guidati dal vicepresidente e COO Keith Stanton hanno svolto un lavoro eccezionale per preparare la fabbrica quasi un anno prima che inizi la piena produzione, rispettando i tempi e il budget''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cielo stellato protetto, certificazione a Grand Canyon

Da International Dark-Sky Association. Dopo tre anni di attesa

ViaggiArt Evasioni
Chiudi iStock. VIAGGIART (ANSA) iStock. VIAGGIART

GRAND CANYON - Il Grand Canyon spettacolo naturale di giorno e ora anche di notte. Il parco nazionale in Arizona ha ottenuto la certificazione International Dark-Sky dalla International Dark Sky Association (IDA), l'organizzazione non profit fondata in Usa nel 1988 che ha lo scopo di proteggere e conservare l'ambiente notturno e il cielo stellato attraverso un'illuminazione eco-compatibile. In sostanza cerca di combattere l'inquinamento da illuminazione artificiale.
    Ci sono voluti tre anni prima che il National Park Service riuscisse a convertire il 69% della sua illuminazione nel Grand Canyon in 'eco-friendly' e nei prossimi anni si passerà al 90%.
    Riducendo l'inquinamento luminoso sarà possibile ammirare con più chiarezza il cielo notturno stellato. (ANSA)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cambia lo skyline di New York

20 nuovi grattacieli entro 2024, l'Empire esce dalla top ten

ViaggiArt Nel Mondo
Chiudi  (ANSA)

NEW YORK - Il sempre mutevole skyline di Manhattan si accinge a cambiare di nuovo. Entro il 2024 l'iconico palazzo che nel 2014 aveva perso il titolo di grattacielo piu' alto dell'isola vinto da One World Trade Center (la Freedom Tower) potrebbe scendere all'11esimo posto: fuori dalla top ten. Venti nuove torri proposte o in costruzione di qui a cinque anni potrebbero entrare tra le trenta piu' alte dell'isola.

Molto dello skyline e' ancora a disposizione, l'equivalente secondo la New York Municipal Art Society di 1.300 nuovi Empire State Building. Il Roof Garden del Metropolitan e' un punto di osservazione privilegiato - in due anni sono spuntate tre nuove "matite" a fare ombra su Central Park - ma la classifica e' fluida, in continua evoluzione. Nel 2022, secondo una ricostruzione del nuovo Skyscraper Museum, la vista verso il sud del parco sarà dominata da 13 torri di cui due in costruzione e due aperte di recente. "La crescita dello skyline e' un fenomeno del 21esimo secolo", ha detto Carol Willis, la fondatrice del museo che definisce le nuove torri "tipiche di New York, e cioè super sottoli e super costose". Attualmente il grattacielo piu alto e' sempre la Freedom Tower, seguita dalla torre residenziale Central Park Tower, che in marzo ha surclassato 432 Park Avenue e raggiungerà la sua piena altezza quest'estate: 472 metri con costi stratosferici: 18 degli appartamenti costano oltre 60 milioni di dollari.

    Sempre 432 Park a fine aprile e' stato spodestato di nuovo, dopo che 111 West 57 ha raggiunto la sua piena altezza di 435 metri.
    Per gli investitori e' una situazione "win-win", ha detto al New York Times Gary Bennett, fondatore di Extell Developmen. Piu' si sale, mentre migliora la vista, aumentano anche i prezzi. Che non tutti anzi, molto pochi possono pagare.
    Le nuove torri e i loro appartamenti di lusso sono pensati con in mente investitori stranieri o super-ricchi. "Sono la manifestazione fisica dell'un per cento", ha detto al Times Richard Florida, urbanista e esperto dello Shack Institute of Real Estate della New York University.

    Per costruire cosi' alto bisogna lavorare con la burocrazia acquistando i cosiddetti diritti d'aria di palazzi vicini, ma come molte citta' americane, anche a New York le regole non sembrano prender in considerazione l'estetica di un edificio o come potrebbe bloccare la vista di altri. Questo spiega perche' un palazzo alto oltre 300 metri sia potuto sorgere accanto all'iconico Manhattan Bridge. La Extel Tower lungo l'East River ha 71 piani e 790 appartamenti e oltre all'effetto "eclissi solare" fa sembrare il ponte che collega l'isola con Dumbo a Brooklyn un giocattolino.
    C'e' comunque una spinta a frenare l'ascesa del cemento verso il cielo: in marzo la State Supreme Court ha bloccato il permesso di edificare a 200 Amsterdam Avenue nell'Upper West Side per infrazioni ai piani regolatori. In maggio poi il consiglio comunale ha approvato nuove regole che limitano l'altezza dei piani che alloggiano le attrezzature meccaniche: se piu' di 25 metri, conteranno nel computo della metratura permessa per l'edificio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ineos Grenadier 4x4, anche a idrogeno erede GB del Defender

Governo finanzierà fuel cell voluto dal miliardario Jim Ratcliff

Motori Eco Mobilità
Chiudi Ineos Grenadier 4x4, anche a idrogeno erede GB del Defender (ANSA) Ineos Grenadier 4x4, anche a idrogeno erede GB del Defender

Ineos, il Gruppo chimico del miliardario britannico Jim Ratcliffe che - attraverso la divisione Ineos Automotive sta facendo 'rinascere' il fuoristrada Defender dismesso da Land Rover - starebbe considerando di presentare una versione a celle a combustibile del veicolo per il momento denominato Projekt Grenadier 4x4. La descrizione di questa variante del progetto per un off-road 'puro' di costruzione completamente britannica (anche se per i motori termici l'accordo è stato firmato con Bmw) compare - secondo quanto riporta dal Financial Times - nell'elenco delle sovvenzioni, pari a 25 milioni di sterline (28 milioni di euro) concesse dal Governo britannico per programmi di veicoli a basse emissioni di CO2. Ratcliffe, che attraverso la galassia delle sue aziende chimiche opera in moltissimi comparti dell'automotive, terrebbe fede con questa variante 'green' del suv Grenadier alla sua posizione di ecologista attivo, impegnato cioè a migliorare l'ambiente sfruttano ciò che viene messo a disposizione dalla tecnologia e dalla risorse attuali. Lo studio di fattibilità del suv fuel cell costerà (secondo quando riporta il magazine britannico Autocar) circa 249mila sterline (268mila euro) di cui 124mila (139mila euro) saranno erogate dal Governo. ''Il supporto per questi progetti - ha dichiarato il Dipartimento per i trasporti britannico - è la chiave per la concretizzazione della strategia del Governo Road to Zero, che mira a mettere il Regno Unito in prima linea nella progettazione e produzione di veicoli a zero emissioni''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Traffico: divieto circolazione tir su Aurelia da 1/7 a 31/8

Tra Stagno e Rosignano Marittimo nella fascia oraria compresa tra le 7 e le 22

Motori Attualità
Chiudi Traffico: divieto circolazione tir su Aurelia da 1/7 a 31/8 (ANSA) Traffico: divieto circolazione tir su Aurelia da 1/7 a 31/8

Divieto di circolazione ai mezzi pesanti dall'1 luglio al 31 agosto, nella fascia oraria compresa tra le 7 e le 22, sulla Aurelia nel tratto compreso tra Stagno (Livorno) e Rosignano Marittimo e sulla strada regionale Emilia, nel tratto compreso tra Vicarello e la rotatoria in località Malandrone. Lo istituisce un provvedimento del prefetto di Livorno Gianfranco Tomao per limitare la circolazione dei mezzi pesanti nel periodo più intenso per il traffico legato all'esodo estivo. Il provvedimento prevede la deviazione dalla viabilità ordinaria all'autostrada A12 nel tratto compreso tra il casello di Collesalvetti e il casello di Rosignano Marittimo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Malgrado le assenze, Greta ha una pagella invidiabile

Tutti voti alti. "Andrò all'Onu e alla Cop25, non so ancora come"

Ambiente & Energia Clima
Chiudi Greta Thunberg (ANSA) Greta Thunberg

BERLINO - Malgrado le tante assenze per le manifestazioni di Fridays for Future e per partecipare ad appuntamenti internazionali in giro per il mondo, Greta Thunberg porta a casa una pagella invidiabile: quattordici A, ossia il massimo dei voti, su diciannove materie tra cui matematica, inglese, francese, fisica e storia. Nelle altre materie, (svedese, ginnastica e scienze del consumo) Greta ha preso "solo" B, equivalente al nostro 9. La sedicenne ha recentemente deciso di saltare tutto il prossimo anno scolastico, con annessa ondata di accuse sui social media e non solo. La pagella di fine anno è stata pubblicata dal quotidiano svedese Dagens Nyheter. Greta ha concluso il nono anno alla Kringlaskolan a Soedertaelje presso Stoccolma, e ha detto di avere sempre recuperato studiando da sola a casa tutte le lezioni perdute a scuola. "Ho veramente lottato per ottenere questi voti", ha detto Greta al giornale, spiegando che se non avesse scioperato la pagella sarebbe stata ancora piu' bella: "Ma ne e' valsa la pena".

Greta: andrò all'Onu e Cop25, non so ancora come. "A settembre le Nazioni Unite terranno un summit sul clima a New York. A dicembre si terrà la Conferenza dell'Onu sul clima, la Cop25, a Santiago del Cile. Sono stata invitata a questi due eventi e ho deciso di andarci, prendendo un anno sabbatico da scuola. Il problema è che sono dall'altra parte dell'Oceano Atlantico, e non ci sono treni che vadano là. E poiché io non volo, per l'enorme impatto climatico dell'aviazione, sarà una bella sfida. Non so ancora come farò. Ma sono sicura che ci riuscirò in qualche modo. Dobbiamo tutti fare l'impossibile". Lo scrive Greta Thunberg sul suo profilo Facebook. "Gli scioperi del clima continueranno l'anno prossimo, e l'anno dopo quello - ha aggiunto Greta -. Andremo avanti a protestare e a manifestare ogni venerdì, finché il mondo non sarà in linea con l'Accordo di Parigi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ubeeqo, flotta milanese si arricchisce con 15 Captur

Ampliata l'offerta di car sharing

Motori Attualità
Chiudi Ubeeqo, flotta milanese si arricchisce con 15 Captur (ANSA) Ubeeqo, flotta milanese si arricchisce con 15 Captur

La flotta milanese di Ubeeqo, car sharing a postazioni fisse parte di Europcar Mobility Group, si arricchisce di un nuovo modello. Si tratta di 15 Renault Captur Sport Edition benzina - nel rispetto del bando del Comune di Milano - inserite in flotta con l'obiettivo di offrire maggior comfort in caso di viaggi più lunghi.

L'ingresso di un nuovo segmento di auto - con il conseguente incremento del 10% della flotta - conferma la varietà dell'offerta Ubeeqo, grazie ad oltre 150 auto dei principali Carmaker: dalla FCA Panda alla Renault Twingo, dalla Opel Astra fino alla Nissan Leaf e fino ai veicoli commerciali come Renault Master e Kangoo.

L'inserimento in flotta delle Renault Captur è coerente con la strategia di Ubeeqo per il 2019, che mira a garantire un numero crescente di vetture premium per rispondere a diverse esigenze di mobilità dei propri clienti.

Le Captur sono oggi disponibili nei parcheggi Ubeeqo di Loreto - Doria, Meda, Lambrate Casoretto, Piola M2, Istria, Corsica - Battistotti Sassi, Piemonte - Buonarroti, Stazione Garibaldi - Tocqueville, Sesto Marelli, Arena Civica - Canonica, Buenos Aires - Castaldi, Sant'Agostino, Duca d'Aosta - Pirelli, Porta Romana, Monza Stazione FS.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Brennero: Confetra, nuovi divieti per Tir inaccettabili

Andrebbero a colpire 60% interscambio tra Italia e Paesi del corridoio Scan-Med

Motori Attualità
Chiudi Brennero: Confetra, nuovi divieti per Tir inaccettabili (ANSA) Brennero: Confetra, nuovi divieti per Tir inaccettabili

"Per l'Italia i nuovi divieti di transito per i mezzi pesanti che trasportano determinate tipologie di merci attraverso Brennero che il Tirolo vorrebbe introdurre a partire dal prossimo agosto sono inaccettabili e non possono essere tollerati visto che andrebbero a colpire il 60% dell'interscambio tra Italia e Paesi del corridoio Scan-Med e oltre il 30% dell'intercambio complessivo con l'UE di queste particolari tipologie di merci, tra cui macchinari e apparecchiature". Lo afferma il presidente di Confetra Nereo Marcucci in una nota.
    "Non ci sono né se né ma: su questa questione il Governo italiano deve imporsi perché per l'Italia l'attraversamento dell'arco alpino per raggiungere i mercati europei di riferimento non è un'opzione, bensì l'unica via. E ciò vale anche sul versante occidentale, rispetto ad esempio alla annosa vicenda Colle Tenda", spiega Marcucci, precisando che "anche il divieto di transito notturno ai camion che il Tirolo applica già da qualche tempo è una misura miope, perché rende più alto il picco di traffico delle prime ore del mattino che si interseca con quello dei flussi transfrontalieri dei veicoli leggeri".
    Confetra precisa infine di condividere e promuove le strategie per il Brennero elaborate dai sistemi camerali di Emilia Romagna, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto che saranno presentate domani a Roma presso Unioncamere. "La Confederazione - conclude - appoggerà in tutte le opportune sedi l'iniziativa di Unioncamere-Uniontrasporti anche tramite le proprie Confetra regionali".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

A Umberto Palermo premio Claudio Nobis

Prima edizione, riservato alla promessa del car design italiano

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

E' stato assegnato a Umberto Palermo di Up Design il premio Fondazione Claudio Nobis, in memoria di uno dei nomi più noti nel mondo del giornalismo automotive, per 25 anni a capo di Motori di Repubblica. Il premio riservato alla promessa del car design italiano, alla prima edizione, verrà conferito domani alle 18, al Castello del Valentino, nella cornice della quinta edizione del Salone Auto.
    "La premiazione rappresenta un punto di partenza e non di arrivo, un incoraggiamento per crescere ancora nella progettualità", commenta Umberto Palermo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cupra partner del World Padel Tour fino al 2021

L'accordo coprirà anche le due prossime stagioni

Motori Attualità
Chiudi Cupra partner del World Padel Tour fino al 2021 (ANSA) Cupra partner del World Padel Tour fino al 2021

Cupra accompagnerà il World Padel Tour fino al 2021. Il brand sportivo sarà presente a 6 prestigiosi tornei internazionali di padel nel corso del 2019. La marca automobilistica diviene partner ufficiale a livello internazionale del circuito di padel per il 2019. Così, Cupra sarà presente a sei appuntamenti del WPT: London Exhibition (3-4 luglio), Portugal Padel Master (14-22 settembre), Brussels Exhibition (27-29 settembre), Paris Challenger (30 settembre-6 ottobre), London Padel Master (14-20 ottobre) e Mexico Padel Open (25 novembre-1 dicembre).

L'accordo è stato formalizzato nei giorni scorsi nel quartier generale di Cupra alla presenza di Luca de Meo, Presidente Seat e del Consiglio di Amministrazione di Cupra, Antonino Labate, Direttore di Strategia, Sviluppo Business e Operation del marchio, José Luis Serrano, Consigliere delegato del WPT e Mario Hernando, Direttore generale del circuito.

L'accordo tra Cupra e WPT copre anche le prossime due stagioni. Nel 2020 e 2021, il marchio diventerà sponsor premium del circuito e sarà presente in tutti i tornei nazionali e internazionali del circuito.

Lo scorso maggio, Cupra ha fatto il proprio debutto nei campi da padel con un team di ambassador formato da Fernando Belasteguín, Pablo Lima, Alejandra Salazar e Ariana Sánchez.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Arresto cuore uccide 60.000 italiani l'anno, 8 proposte per diffusione defibrillatori

Aschieri (Anmco), Piacenza la città piu' cardioprotetta

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Un defibrillatore in un terminal (ANSA) Un defibrillatore in un terminal

Ogni giorno, in Europa, 1000 persone al giorno muoiono per arresto cardiaco, 400.000 in un anno, di cui 60.000 in Italia. "E' il killer numero uno nel modo occidentale, uccide una persona ogni 8 minuti, ma la sopravvivenza triplica se a intervenire, il prima possibile, sono i 'laici', ovvero personale non sanitario in attesa dell'arrivo dell'ambulanza". A spiegarlo, durante l'audizione in Commissione Affari Sociali della Camera, Daniela Aschieri, direttore dell'Unità operativa di cardiologia e riabilitazione presso l'Ospedale Unico della Valtidone (Piacenza).
    Nel corso dell'audizione, nell'ambito dell'esame delle otto proposte di legge presentate alla Camera recanti "Disposizioni in materia di utilizzo dei defibrillatori semiautomatici e automatici in ambiente extraospedaliero", Aschieri ha illustrato i risultati ottenuti dal Progetto Vita, grazie al quale Piacenza è diventata la città più cardioprotetta d'Europa. "L'esperienza, pilota in Europa, - ha spiegato Aschieri, esperta dell'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (Anmco) - esiste da 21 anni e ha consentito di istallare ben 877 defibrillatori in città, tutti integrati con la centrale operativa attraverso una app regionale". Per chi è colpito da arresto cardiaco ogni minuto che passa diminuisce de 10% la possibilità di sopravvivere, per questo intervenire prima fa la differenza. "I nostri dati - sottolinea - mostrano il 41% di sopravvivenza tra i defibrillati da personale laico a fronte del 5% di quelli defibrillati da personale a bordo dell'ambulanza. E ora a Piacenza la semplificazione sta entrando nei condomini, con la presenza di un defibrillatore ogni 150 metri". Spesso il problema non è però solo la mancanza di defibrillatori, ma anche molte barriere al loro utilizzo, come la paura di fare del danno. "E' necessario quindi - conclude - liberalizzarne l'utilizzo e aumentare l'informazione su come farlo". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Linee bus extraurbane in salute e sicure, 6 incidenti su 1000

Primo studio su autolinee del Politecnico di Milano

Motori Attualità
Chiudi Linee bus extraurbane in salute e sicure, 6 incidenti su 1000 (ANSA) Linee bus extraurbane in salute e sicure, 6 incidenti su 1000

Più utili e meno incidenti per il mercato delle linee bus extraurbane che ha visto una costante espansione in Italia dopo lo 'stravolgimento' della liberalizzazione 5 anni fa. Un mercato che sta inoltre conquistando nuova clientela come mezzo alternativo di trasporto lasciando quindi ulteriori margini di sviluppo.
    È lo 'stato di salute' che emerge dal primo studio sul mercato delle autolinee a lunga percorrenza in Italia, dalla liberalizzazione ad oggi, "Il trasporto interurbano con autobus" di Paolo Beria del Politecnico di Milano, presentato oggi nel capoluogo lombardo al Mobility Innovation Tour 2019.
    Lo studio contiene anche un focus sulla sicurezza sugli incidenti stradali. Rispetto ai 'conti' dal rapporto risulta che, dal 2011 al 2017, il fatturato complessivo è cresciuto significativamente: i risultati operativi e gli utili sono, ovviamente, calati, evidenza del fatto che la concorrenza è reale. Flixbus, - si spiega - la più grande compagnia estera presente sul mercato, è andata in attivo solo nel 2017, mentre le perdite principali sono concentrate in due sole aziende. In ogni caso nel 2017, in termini di risultato operativo, le 14 aziende considerate, compresa Flixbus, sono risultate positive per oltre 350 mila euro. Per quanto riguarda gli incidenti emerge invece che la media annuale del numero di quelli con feriti che vede coinvolti autobus in servizio extraurbano rispetto al numero totale è estremamente bassa: 6 su 1.000. "Il mercato - spiega Daniele Smurra, direttore commerciale di Simet - ha avuto nell'ultimo quinquennio uno stravolgimento unico. Ha creato razionalizzazione dell'offerta, andando purtroppo a far cessare attività storiche, ma dall'altro a far aumentare i volumi di domanda in un mercato sino a poco tempo fa sconosciuto al comune cliente. Investimenti in digitalizzazione dei sistemi di vendita, in sicurezza e formazione del personale sono i temi su cui si compete oggi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Smart partner di E-GAP per ricarica auto 'on demand'

I clienti riceveranno mobility charge

Motori Eco Mobilità
Chiudi Smart partner di E-GAP per ricarica auto 'on demand' (ANSA) Smart partner di E-GAP per ricarica auto 'on demand'

Smart è partner di E-GAP, la prima realtà in Europa ad introdurre sul mercato un servizio di fast charge su richiesta e in mobilità. A Roma e Milano chi sceglie le elettriche smart EQ fortwo e forfour, avrà la possibilità di ricaricare la propria smart anche 'on demand'. I clienti riceveranno, infatti, un 'mobility charge' che copre da tre a quattro ricariche in mobilità, a seconda del tipo di intervento. Per la creazione di un ecosistema urbano virtuoso, smart punta su una strategia che parte dall'installazione della wallbox domestica, prosegue sulla rete di ricarica pubblica e si estende attraverso il network di autorimesse private di 'ready to park' che, oltre ai vantaggi di gestire il parcheggio attraverso un'App dedicata, offre anche la possibilità di ricaricare la propria smart, grazie a 'ready to charge'.

Roma e Milano sono le prime due città in cui i clienti di smart EQ fortwo e forfour potranno contare sui servizi di ricarica 'on demand' e in mobilità di E-GAP. Grazie a questa importante partnership, gli e-driver che hanno scelto di guidare smart EQ fortwo e forfour, potranno usufruire di un 'mobility charge' che assicura da tre a quattro ricariche in mobilità, a seconda del tipo di intervento.

''L'accordo con E-GAP amplia il portafoglio di servizi offerti ai clienti che acquistano una smart elettrica che, a Roma e Milano, potranno contare anche su soluzioni di ricarica mobile on-demand - ha dichiarato Maurizio Zaccaria, smart & innovative sales Senior Manager Italia - Una nuova tessera che rende ancora più efficace l'ecosistema di servizi che stiamo costruendo intorno a smart EQ fortwo e forfour, assicurando ai nostri clienti non soltanto l'auto ideale per vivere la mobilità cittadina a zero emissioni, ma anche una serie di facility che rendano l'esperienza della guida full electric semplice, divertente e senza pensieri''. Roma è stata scelta, dopo Milano, come seconda città 'da ricaricare' e da oggi inizieranno a circolare i primi van per le vie capitoline, inizialmente del centro e della zona Nord. Il piano di diffusione capillare del servizio di E-GAP prosegue dunque in Italia, e presto farà il suo debutto in altre 8 metropoli straniere, selezionate in base al tasso di crescita di veicoli elettrici: Parigi, Berlino, Londra, Stoccarda, Madrid, Amsterdam, Utrecht e Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Hertz, in Germania Kollektion 7 con auto dei brand tedeschi

Si parte da Francoforte con BMW, Mercedes e Porsche

Motori Attualità
Chiudi Hertz, in Germania Kollektion 7 con auto dei brand tedeschi (ANSA) Hertz, in Germania Kollektion 7 con auto dei brand tedeschi

Hertz Europe Ltd, sussidiaria di Hertz Global Holdings, ha presentato la 'Kollektion 7 - Made in Germany', una nuova collezione di 7 veicoli di prestigio, che celebra i marchi motoristici tedeschi di lusso.

La nuova "Kollektion 7 - Made in Germany", presentata all'aeroporto di Francoforte, si compone delle auto dei marchi tedeschi BMW, Mercedes-Benz e Porsche. La nuova collezione nazionale, che offre anche lussuose sale lounge a marchio Kollektion 7, sarà lanciata in altre 6 località della Germania, tra le quali Düsseldorf e Monaco di Baviera entro il 2019. ''Con il lancio della Kollektion 7 rispondiamo alle richieste dei clienti di avere un'esperienza di guida eccezionale e un servizio esclusivo, combinati in una proposta elegante e piacevole'' ha dichiarato Alida Scholtz, Managing Director di Hertz Car Rental in Germania. ''In tutto il mondo, il 'Made in Germany' è sinonimo di qualità ed eccellenza ingegneristica: la nuova collezione incarna questi valori, permettendo ai clienti Hertz di provare i marchi automobilistici tedeschi di eccellenza in un modo unico, coinvolgente e divertente'' ha aggiunto. La Kollektion 7 include una selezione di modelli tedeschi classici, per offrire una vasta gamma di esperienze di guida: le lussuose BMW M850i Cabriolet, BMW Z4, Mercedes-AMG GT e Mercedes-AMG GT 63 coupé a 4 porte, Porsche 718 Boxster, Porsche Macan S e Porsche Panamera E-Hybrid. Tutti i modelli saranno disponibili nei colori della bandiera tedesca: nero, rosso e giallo. Il noleggio di un'auto della Kollektion 7 comprende anche una guida che presenta i luoghi più interessanti e le attrazioni culturali del posto. Prima del viaggio, i clienti possono anche rilassarsi in una sala lounge Kollektion 7, identificata da uno distintivo logo nero, rosso e giallo. I clienti che usufruiscono della Kollektion 7 beneficiano anche di ulteriori vantaggi, come un servizio di concierge che li accompagna nelle aree di ritiro delle auto della Kollektion 7 e presenta loro le caratteristiche principali dei veicoli; come anche un servizio di ritiro e restituzione del veicolo effettuato in modalità preferenziale per garantirne la velocità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tre one-off Ferrari Special Projects protagoniste a Goodwood

Al Festival of Speed in GB la P80/C, la SP3JC e la Monza SP2

Motori Prove e Novità
Chiudi Tre one-off Ferrari Special Project protagoniste a Goodwood (ANSA) Tre one-off Ferrari Special Project protagoniste a Goodwood

Grande attesa per l'imminente svolgimento del Goodwood Festival of Speed (FoS), la storica manifestazione dedicata all'eccellenza nel mondo dei motori che si svolgerà dal 4 al 7 luglio nell'omonima tenuta in Inghilterra. Tra le reginette dell'evento - al debutto in pubblico - ci saranno anche due realizzazioni di Ferrari Special Project, il settore della Casa di Maranello che si occupa di modelli one-off commissionati dai clienti. Si tratta della Ferrari P80/C e della Ferrari SP3JC, che saranno esposte a Goodwood a fianco della Ferrari Monza SP2, mai vista prima in Gran Bretagna. Tanto la P80/C quanto la SP3JC potranno essere ammirate anche nella loro poderosa dinamicità in quanto parteciperanno alla Supercar Race sulla famosa salita di Goodwood. Basata su una Ferrari 488 GT3, modello scelto per il passo più lungo di 50 mm rispetto alla 488 GTB, la P80/C ha comportato un tempo di sviluppo più lungo di qualsiasi Ferrari realizzata fino ad oggi. La speciale SP3JC è invece basata sul telaio e sulla meccanica di una Ferrari F12tdf ed è la massima espressione dell'automobilismo open-air, richiamandosi alle epiche spider con motore V12 della Ferrari degli Anni '50 e '60.

Per rendere omaggio al leggendario Michael Schumacher arriverà a Goodwood anche una serie di monoposto Ferrari di Formula Uno, tutte utilizzate dal mai dimenticato campione tedesco. Tra le Ferrari di produzione, saranno presenti per la gioia degli appassionati del Cavallino, oltre alla FXX-K Evo, la Portofino, la 488 Pista, la 812 Superfast e la GTC4 Lusso. Esposta al FoS anche una 488 Challenge car, identica a quella utilizzata nella nuova serie Ferrari Challenge UK. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mostre: al Mauto di Torino i 40 anni di Auto&Design

Rivista racconta dietro le quinte dell'ideazione di un'auto

Motori Attualità
Chiudi mauto (ANSA) mauto

Il Museo dell'Automobile di Torino omaggia i 40 anni della rivista Auto&Design, tra le riviste di design più seguite al mondo da designer, creatori di auto e appassionati, con una mostra organizzata con la redazione del magazine torinese, aperta da oggi al 10 novembre. Il suo titolo è 'Auto&Design-Il progetto raccontato', perché, come ha spiegato la direttrice, Silvia Bariffaldi, "la nostra rivista, fondata da Fulvio Cinti, che ne fu direttore per 35 anni, racconta il progetto, il dietro le quinte della ideazione di un'auto, non tanto il prodotto finale".
    Al piano terreno sono in mostra, con un allestimento facilmente godibile da tutti i tipi di pubblico, 22 auto tra prototipi e auto poi realizzate, provenienti da centri stili sparsi nel mondo e anche da Fca che ne ha messe a disposizione 3, l'Alfa Romeo Proteo del 1991, la Fiat Scia del 1993 e la Lancia Dialogos del 1998.
    'Auto&Design è stata ed è una bibbia per i design di tutto il mondo, un testo di formazione e informazione, nata da un'intuizione felice di Fulvio Cinti", ha sottolineato Roberto Giolito, head di Fca Heritage.
    Tra i tanti car designer presenti oggi all'inaugurazione, anche Giorgetto Giugiaro, Klaus Busse, capo del Centro Stile Fca e Mike Robinson, ex direttore del Centro Stile Bertone.ß ß ßLa mostra, realizzata in collaborazione con Fca Industrial e Brembo, comprende anche due aree speciali dedicate al Car Design Award, premio internazionale lanciato negli Anni 80 da Auto&Design, e alle scuole di transportation design alle quali la rivista ha da sempre rivolto grande attenzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto, anche per le aziendali si sceglie il bianco

Stessa tendenza del canale privati

Motori Sotto la Lente
Chiudi Auto, anche per le aziendali si sceglie il bianco (ANSA) Auto, anche per le aziendali si sceglie il bianco

Se sulla scelta dell'auto, gli italiani sembrano avere le idee piuttosto chiare, basti pensare che Fiat Panda è ormai da mesi la regina indiscussa del mercato, per quanto riguarda il colore, l'estro lascia il posto alla sobrietà con il bianco che è al primo posto nella classifica delle tonalità preferite dai clienti. Una tendenza questa che si è trasferita anche nel mondo fleet. Il 51% delle auto aziendali è infatti di colore bianco, il 36,6% è di coloro grigio, l'8,5% nero, il 3,2% blu e lo 0,7% rosso. È quanto emerge da una rilevazione condotta da Econometrica per conto di Auto Aziendali magazine su un campione rappresentativo di fleet manager, testimonia un cambio di rotta particolarmente importante.

L'auto aziendale, che tradizionalmente è blu, si sta avvicinando sempre di più alle caratteristiche delle auto dei privati anche nel colore. Infatti la graduatoria delle preferenze degli utenti aziendali in termini di colore dell'auto rispecchia la graduatoria delle preferenze dei privati. Questo perché le auto aziendali sono sempre più spesso utilizzate come benefit e quindi non solo in occasioni di lavoro ma anche per uso privato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Florian Spinoly nuovo direttore prodotto e marketing Bentley

Arriva da Cadillac Chevrolet, ha lavorato in precedenza per Bmw

Motori I protagonisti
Chiudi Florian Spinoly (ANSA) Florian Spinoly

 Bentley, il brand luxury del Gruppo Volkswagen, ha chiamato Florian Spinoly a guidare, con decorrenza immediata il proprio settore prodotto e marketing.

Spinoly, che recentemente era stato direttore marketing, prodotto e relazioni pubbliche di Cadillac Europe e Chevrolet Performance Cars, prende il posto di Christophe Georges che ritorna a guidare, come CEO e presidente, le attività di Bentley Motors negli Stati Uniti. Prima della esperienza all'interno dei brand di General Motors Spinoly - che è laureato alla Università di Scienze Applicate di Duesseldorf in marketing communication e psicologia della pubblicità, si è formato professionalmente per 15 anni trascorsi in Bmw, con ruoli di crescente responsabilità nell'ambito del brand M, del lancio di prodotti (Serie 7, X5 e X6), dell'introduzione dell'EfficientDynamics e della gestione del marketing per filiali estere e regioni (Middle East, Asia Pacific, Eastern Europe e Africa). Alla Bentley Spinoly fornirà da subito il suo contributo - si legge nella nota di Bentley - per i lanci delle Bentayga Speed, Continental GT, Continental GT Convertible V8 e nuova Flying Spur. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Post su Facebook utili nelle diagnosi di malattie 'come i sintomi'

Lavoro pubblicato su Plos One da esperti delle Penn Medicine e Stony Brook University

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Studio pubblicato su Plos One da esperti delle Penn Medicine e Stony Brook University (ANSA) Studio pubblicato su Plos One da esperti delle Penn Medicine e Stony Brook University

 - I post su Facebook potrebbero essere usati come i sintomi fisici per fare diagnosi di malattie tra le più disparate, dal diabete, all'ansia e alla depressione.
    Lo suggerisce un lavoro pubblicato su Plos One da esperti delle Penn Medicine e Stony Brook University.
    Gli esperti hanno considerato quasi 1000 individui e analizzato (con il loro consenso) il linguaggio di tutti i loro post su facebook. Hanno cercato indizi circa 21 diverse malattie in tre modi: studiando il linguaggio dei post, analizzando parametri demografici del campione (come età, sesso, etc) e facendo un mix delle due classi di dati.
    Ebbene è emerso che tutte le 21 patologie possono essere diagnosticate anche solo in base all'analisi linguistica dei post su facebook e che 10 delle 21 patologie, di fatto, si diagnosticano meglio con Facebook che attraverso l'analisi dei parametri demografici. Intuitivamente parole ricorrenti come drink o bottiglia possono avere suggerire la presenza di un problema di abuso di alcolici; ma in modo assolutamente non intuitivo gli esperti hanno collegato altri temi (ad esempio Dio o la religione) con un rischio enormemente più elevato di malattie come il diabete.
    "Il nostro linguaggio digitale cattura aspetti delle nostre vite del tutto differenti da quelli desunti attraverso i dati clinici tradizionali" - spiega il coordinatore del lavoro Andrew Schwartz. "Molti studi hanno evidenziato il legame tra un certo tipo di linguaggio digitale e specifiche malattie, ad esempio uno stile linguistico predittivo di depressione". Un giorno tenendo traccia dell'attività individuale sui social, ciascuno potrebbe anche ricevere indicazioni mediche personalizzate, al fine di migliorare un dato percorso di cura, ad esempio un piano di dimagrimento o la gestione del diabete. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Anas: nuova tranche '#bastabuche', 76 bandi per 380 milioni

Simonini, recepiscono 'Sblocca cantieri' con riduzione dei tempi

Motori Attualità
Chiudi Anas: SS131 prima e dopo i lavori dell’operazione #bastabuche (ANSA) Anas: SS131 prima e dopo i lavori dell’operazione #bastabuche

Al via una nuova tranche del piano #bastabuche. L'Anas (gruppo Fs Italiane) ha infatti pubblicato sulla Gazzetta ufficiale 76 nuovi bandi di gara per lavori di risanamento della pavimentazione dal valore complessivo di 380 milioni di euro.
    Gli appalti, di durata quadriennale, sottolinea l'Anas in una nota, "saranno attivati mediante Accordo quadro che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività in relazione alla programmazione della manutenzione delle strade, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto, consentendo quindi risparmio di tempo e maggiore efficienza nell'esecuzione". Il piano #bastabuche, arrivato alla sesta tranche, ha consentito finora la nuova pavimentazione di circa 20.000 km di corsie stradali, per un valore superiore a 1,5 miliardi di euro.
    Con questa nuova tornata di bandi, Anas risanerà la pavimentazione e la segnaletica orizzontale con interventi su ulteriori 5.000 km sull'intero territorio nazionale, incluse anche le strade rientrate all'Anas dagli Enti locali nell'ultimo anno. "I nuovi bandi - ha dichiarato l'amministratore delegato, Massimo Simonini - valgono ognuno 5 milioni di euro e recepiscono le recenti norme del decreto 'Sblocca cantieri'. In questo modo avremo una riduzione dei tempi di affidamento delle gare e un'ulteriore possibilità di accesso per le piccole e medie imprese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto, con un sorpasso azzardato e incidente bye bye patente

Per TAR Piemonte un'infrazione basta per revisione licenza guida

Motori Norme e Istituzioni
Chiudi Auto, con un sorpasso azzardato e incidente bye bye patente (ANSA) Auto, con un sorpasso azzardato e incidente bye bye patente

Patente sempre più a rischio per gli automobilisti indisciplinati. Il TAR del Piemonte ha sentenziato che basta provocare un incidente a seguito di un sorpasso azzardato per essere sottoposti al procedimento di revisione della patente e, quindi, essere costretti a sostenere nuovamente gli esami. Con il pronunciamento numero 667/19, pubblicato il 5 giugno, la seconda sezione di Torino del Tribunale amministrativo ha, infatti, spiegato che se "in linea di principio, una sola infrazione alle norme del Codice della Strada non può costituire, di per sé e indipendentemente da ogni valutazione circa l'idoneità e la capacità di guida del conducente, il presupposto del provvedimento inteso a prescrivere la revisione della patente", in taluni casi come quello oggetto del pronunciamento, in cui un'automobilista sorpassando ad alta velocità un altro veicolo su una strada a doppio senso aveva causato uno scontro con un mezzo pesante che procedeva in senso contrario, "non può in concreto escludersi che la natura e le circostanze dell'infrazione siano di per sé inequivocabilmente idonee ad attestare la sussistenza dei presupposti indicati dall'art. 128 del codice (Consiglio di Stato sez. VI 1 settembre 2009 n. 5116; sez. IV 3/10/2018 n. 5682)". Di qui la revisione della licenza di guida per cui il soggetto sanzionato, per non perdere il 'documento rosa', deve sostenerne nuovamente l'esame.

Nel diffondere il testo della sentenza e commentarne gli effetti, gli esperti del quotidiano di informazione giuridica dirittoegiustizia.it della Giuffrè Francis Lefebvre chiariscono: "Il provvedimento di revisione della patente di guida è legittimo anche se basato solo su una grave infrazione alle regole stradali. Secondo quanto previsto dalla normativa e dagli orientamenti attuali, basta quindi questa singola grave violazione per fare insorgere dubbi concreti sulla persistenza dell'idoneità tecnica dell'automobilista".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ella e la paura delle flebo, un orsetto per superarla

Nasconde l'attrezzatura medica. Un progetto no-profit per gli altri bambini

Salute & Benessere Stili di Vita
Chiudi L'orsetto 'nascondi sacca' per non avere paura della flebo (ANSA) L'orsetto 'nascondi sacca' per non avere paura della flebo

  Quando ad Ella, una bimba del Connecticut, a sette anni è stata diagnosticata una malattia denominata porpora trombocitopenica idiopatica, in cui in sostanza il corpo attacca e distrugge le piastrine del sangue mettendo a rischio di sanguinamenti e ferite, una delle cose che le hanno fatto più paura erano le flebo, per delle infusioni endivenose che doveva fare a cadenza di sei-otto settimane. Era intimidita dall'aspetto della quantità di tubi e attrezzature mediche sull'asta delle flebo e così ha deciso di 'mascherarle' usando un animale di pezza, un orsetto, e la colla a caldo. È nato così Medi Teddy, un orsacchiotto 'nascondi-sacca', che col suo aspetto simpatico ha alleggerito le cure e che ora la ragazza, diventata dodicenne, vorrebbe facesse compagnia anche ad altri bambini in ospedale. "Lo scopo di Medi Teddy - ha spiegato Ella secondo quanto riporta la Cnn che ha raccontato la sua storia - è quello di nascondere una sacca di fluido, farmaco o prodotto sanguigno dal bambino che lo riceve". Il retro del sacchetto è realizzato in modo che infermieri e medici possano vedere lo stato del medicinale che il paziente sta ricevendo e la ragazza ha realizzato diversi prototipi e li ha consegnati alle sue infermiere per un feedback su come migliorarlo.
    Ella ha poi studiato i piani aziendali a scuola per uno studio indipendente e ha creato il proprio per Medi Teddy. Con l'aiuto della mamma, vorrebbe creare un'organizzazione no-profit. E nei giorni scorsi Ella e sua mamma hanno lanciato una campagna di raccolta fondi per racimolare 5 mila dollari in modo da poter realizzare e consegnare i primi 500 Medi Teddy. La sorpresa è che in poche ore sono arrivati oltre 20 mila dollari.
    E l'idea di questa bimba l'hanno raccontata tutti i media americani, Cnn in testa. Ella ha fatto sapere che, una volta raccolti i soldi per realizzarli, gli orsetti verranno regalati ai bambini ricoverati nei reparti pediatrici degli ospedali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Raduno FederMini a Padova, grande successo con 179 equipaggi

Divertimento on the road alla presenza di Aaltonen e Lampinen

Motori Attualità
Chiudi Raduno FederMini a Padova, grande successo con 179 equipaggi (ANSA) Raduno FederMini a Padova, grande successo con 179 equipaggi

Padova e i Colli Euganei hanno ospitato dal 14 al 16 giugno la quinta edizione del Federclub Mini Meeting, un appuntamento imperdibile per tutti i soci dei Club Mini e gli appassionati del brand, provenienti da tutta Italia. Dopo il grande successo del quarto raduno, tenutosi nel 2018 nella cornice dei Castelli Romani, ben 179 Mini si sono schierate quest'anno, nella giornata di sabato 14, in piazza Degli Eremitani a Padova sfilando poi sui Colli Euganei, tra panorami mozzafiato. Una kermesse all'insegna del divertimento e del piacere di guida - con il go-kart feeling tipico del marchio - durante la quale oltre 300 persone provenienti da tutta Italia hanno potuto vivere una vera e propria esperienza in stile Mini Armati di roadbook, tutti i partecipanti hanno guidato per un percorso a tappe, partendo dalla piazza Degli Eremitani a Padova e arrivando a Monticelli, passando per luoghi storici quali l'Abbazia di Praglia e il borgo medioevale Arquà Petrarca. La serata di sabato è stata dedicata ai festeggiamenti per i 60 anni di Mini con una cena e, a seguire, una festa con fuochi di artificio. Hanno partecipato all'evento, e all'intero raduno, anche due grandi piloti del passato e artefici della storia sportiva di Mini, i finlandesi Rauno Aaltonen e Simo Lampinen. il primo si qualificò terzo nel 1963 al Rally di Montecarlo e Mille Laghi al volante di una Mini Cooper S e, nel 1967 vinse il Rally Monte Carlo e si qualificò terzo in Svezia e al Tulip Rally, sempre con la Mini Cooper S. Simo Lampinen, uno dei primi 'Flying Finns' (chiamati 'finlandesi volanti' per la capacità di saltare per decine di metri sui dossi del Mille Laghi) ha corso negli Anni '60 e '70 in diversi rally con una Mini Cooper S.

La giornata di domenica ha visto nuovamente centinaia di Mini schierarsi ad Abano Terme per la partenza di una parata lungo la Riviera del Brenta, fino ad arrivare a Mira, in provincia di Venezia, per visitare Villa Widmann Rezzonico Foscari. ''È stato un raduno ricco di colori, di eventi divertenti e momenti trascorsi insieme che hanno senza dubbio lasciato il segno nel cuore di tutti gli appassionati del nostro brand - ha detto Stefano Ronzoni, direttore Mini Italia - La passione per il mondo Mini si traduce da sempre in un fenomeno di aggregazione e in queste occasioni, per noi molto importanti, respiriamo passione allo stato puro e abbiamo l'opportunità di entrare in diretto contatto coi nostri clienti più affezionati''. Il Federclub Mini Italia è un organo riconosciuto da Mini Italia (www.federclubmini.it) che riunisce al suo interno 30 Club Mini presenti sul territorio italiano per un totale di oltre 1.500 iscritti. Ha lo scopo - si legge nella nota dell'azienda - di garantire un costante supporto organizzativo ai diversi Club, potenziare ed amplificare lo spirito di community tipico di Mini, fidelizzare i soci al proprio Club Mini, nonché organizzare momenti di incontro divertenti ed offrire ai soci vantaggi esclusivi. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo