• >ANSA-IL-PUNTO/ COVID: in Umbria non si ferma crescita virus

>ANSA-IL-PUNTO/ COVID: in Umbria non si ferma crescita virus

Chiudono aree centro storico Perugia, Regione valuta misure

(ANSA) - PERUGIA, 23 OTT - La diffusione del coronavirus in Umbria non si arresta. Fa segnare anzi dati sempre più in crescita. Sono stati infatti 447 contro i 407 di ieri (più 9,8%) i nuovi casi accertati nell'ultimo giorno, 6.307 dall'inizio della pandemia. Con i morti che hanno toccato quota 100, tre nell'ultimo giorno. In crescita anche i ricoveri, passati da 193 a 204, mentre sono scesi da 22 a 21 i pazienti in terapia intensiva. Certificati altri 84 guariti, 2.572 totali, con gli attualmente positivi in crescita dell'11% e ora 3.635.
    Uno scenario a fronte del quale la Regione sta valutando ulteriori misure rispetto a quelle nazionali per contenere la diffusione del contagio da Covid. Una situazione al vaglio della presidente Donatella Tesei, che continua a seguire passo passo l'evolversi della crisi sanitaria, e di tutta la Giunta.
    A causa dell'aumento dei contagi Covid chiude comunque al pubblico una parte del centro storico di Perugia. Lo prevede un'ordinanza del Comune per le giornate di venerdì 23 e sabato 24 ottobre, con possibilità di reiterazione fino al 13 novembre, dalle 21 alle ore una del giorno successivo. Il provvedimento riguarda le zone di piazza Danti, piazza Piccinino, tutta la scalinata della cattedrale di San Lorenzo, le Logge di Braccio e la scalinata di Palazzo dei Priori. "È consentito l'accesso e il deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private" spiega il Comune.
    A Terni al via intanto da questa sera il piano di controllo del fine settimana per prevenire la diffusione del Covid deciso in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Raddoppiate le risorse in campo di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale, che verificheranno l'uso corretto della mascherina e l'eventuale presenza di assembramenti in luoghi pubblici.
    L'Usl Umbria 2 ha deciso inoltre di potenziare le unità speciali di continuità assistenziale (Usca) di Terni e Foligno, grazie all'ingresso di 14 nuovi professionisti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie