Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Violenza sulle donne, al via campagna Consulta pari opportunità

Violenza sulle donne, al via campagna Consulta pari opportunità

Infografiche sui social con dati e servizi del territorio

AOSTA, 24 novembre 2023, 17:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Parte domani, sabato 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, la campagna social nelle neonate pagine Facebook e Instagram della Consulta regionale per le pari opportunità.
    La Consulta, riprendendo l'hashtag #Noexcuse, lanciato dalle Nazioni Unite per la sua campagna contro la violenza sulle donne, presenterà attraverso una serie di infografiche, i dati della violenza in Valle d'Aosta e in Italia, i servizi attivi sul territorio, le conversazioni spesso sottovalutate.
    La Consulta ha posto il monitoraggio e il contrasto della violenza di genere tra le priorità di lavoro del proprio mandato. Tra gli obiettivi, vi è quello di tenere alta l'attenzione sul fenomeno, presentando numeri e diffusione, perché è necessario partire dalla consapevolezza che la violenza esiste, che non è da sottovalutare né da banalizzare.
    Altro elemento della campagna sarà quello di "promuovere la conoscenza dei servizi a supporto delle donne sul territorio: attraverso un'informazione sempre più capillare, le donne vittime di violenza saranno sempre più in grado di richiedere aiuto".
    La campagna della Consulta pari opportunità si rivolgerà poi in modo particolare ai giovani. Secondo i dati del Centro antiviolenza, sono infatti a rischio le minorenni e già alcune si sono rivolte al Centro negli ultimi due anni. È necessario dunque porre un'attenzione particolare: saranno riprodotte conversazioni attraverso i social, spesso sottovalutate, ma che indicano situazioni di controllo e prevaricazione, di gelosia e possesso. Verranno messi in luce dialoghi su Whatsapp "spesso disfunzionali che prima di tutto devono essere riconosciuti e impediti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza