Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sci nordico, celebrato il trionfo olimpico di Lillehammer

Sci nordico, celebrato il trionfo olimpico di Lillehammer

Il ritrovo a Sappada trent'anni dopo l'oro nella 4x10 chilometri

AOSTA, 23 febbraio 2024, 19:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati celebrati ieri a Sappada, in Friuli Venezia Giulia, i 30 anni dalla vittoria della 4x10 chilometri di sci di fondo nei XVII Giochi olimpici invernali, disputati a Lillehammer, in Norvegia, nel 1994. Il 22 febbraio l'Italia vinse la medaglia d'oro olimpica nel Birkebeineren Stadium davanti a oltre 100 mila tifosi norvegesi, famiglia reale compresa, pronti a festeggiare la vittoria della nazione identitaria del movimento dello sci di fondo, la Norvegia.
    Marco Albarello - insieme ai compagni Maurilio De Zolt, schierato in prima frazione, Giorgio Vanzetta, in terza, e Silvio Fauner, in quarta - regalò, anche alla Valle d'Aosta, il più importante riconoscimento olimpico: la medaglia d'oro.
    Albarello vinse anche il bronzo nella 10 chilometri classica, il suo format preferito nel quale si era laureato campione del mondo nel 1987 ad Oberstdorf, in Germania.
    "Una pagina di storia dello sport che diede nuovo impulso al settore degli sport invernali con un'importante declinazione dal punto di vista antropologico, sociale ed economico. I giovani del tempo si avvicinarono alla pratica dello sci, aumentò il numero di tesserati e il turismo della neve ebbe un nuovo impulso", commenta l'assessore regionale della Valle d'Aosta allo Sport, Giulio Grosjacques, che ieri ha partecipato all'evento. "La grande tradizione della Valle d'Aosta - prosegue - nel mondo dello sci continua e i nostri campioni di oggi continuano ad onorare ed esaltare la più piccola regione d'Italia".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza