Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Avvocato pediatra, l'assoluzione è una liberazione

Avvocato pediatra, l'assoluzione è una liberazione

"Cristallizzata la mancanza del nesso di causa con la tragedia"

AOSTA, 28 novembre 2023, 19:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Siamo soddisfatti del risultato processuale, ciò non toglie che permane il grande dolore per il tragico episodio. E' morta una bambina, dolore che accompagnerà sempre il dottor Aicardi. Ma siamo consapevoli che ha fatto tutto quello che doveva fare in scienza e coscienza. Quindi certamente è una liberazione". Così l'avvocato Pietro Obert, difensore del medico pediatra Marco Aicardi, di 50 anni, di Verrayes (Aosta), assolto dall'accusa di omicidio colposo nel processo sulla morte a 17 mesi della bimba valdostana Valentina Chapellu.
    "Dopo 11 tra consulenti e periti escussi nelle more del dibattimento finalmente - ha aggiunto il legale - si è cristallizzata la mancanza del nesso di causa tra le condotte del dottor Aicardi e poi il tragico esito".
    "La morte della piccola Valentina - aveva detto il legale durante la sua arringa - non è dipesa in alcun modo dall'operato del dottor Aicardi, dipinto ingiustamente come un medico fannullone". Una persona "devastata, che ha dovuto cambiare ambito professionale, linciata sui social network e che rimarrà segnata per il resto dei suoi giorni".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza