/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Turismo, in inverno record di italiani ma non di stranieri

Turismo, in inverno record di italiani ma non di stranieri

Flussi dall'estero ancora inferiori ai migliori anni pre-Covid

AOSTA, 11 giugno 2023, 00:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I dati della Regione Valle d'Aosta sui flussi turistici del periodo dicembre 2022-aprile 2023 sanciscono il ritorno degli stranieri, che da dopo la pandemia sopravanzano per la prima volta gli italiani per numero di presenze (837.411 contro 823.244) e aumentano anche a livello di arrivi (197.775). I turisti provenienti dall'estero restano tuttavia ancora su cifre inferiori rispetto a quelle registrate negli ultimi anni pre-Covid: dall'inverno 2016/2017 a quello 2018/2019 gli arrivi erano infatti sempre sopra quota 200 mila e le presenze sopra 900 mila. La stagione 2022-2023 fa invece registrare il record di italiani in termini di arrivi (340.366) ma non di presenze (823.244) visto che il primato resta alla stagione 2016/2017 (832.161).
    La diffusione dei dati dell'assessorato al Turismo conferma tuttavia la stagione invernale 2022-2023 tra le migliori di sempre per numero di arrivi e sancisce, complessivamente, il ritorno ai numeri pre-pandemia. Se le cifre del periodo dicembre-marzo avevano decretato il record di arrivi almeno dal 2005 - da quando cioè sono disponibili le serie storiche dall'amministrazione regionale - quelli di dicembre-aprile pongono lo scorso inverno al secondo posto. Con 538.141 clienti accolti dalla strutture ricettive, la stagione 2022-2023 si fa infatti sopravanzare, seppur di poco, da quella 2016-2017 (539.308).
    Il numero presenze si attesta a 1.660.655. Considerando il periodo pre-Covid, è un dato superiore a tutti gli inverni compresi tra il 2004/2005 e il 2014/2015 ma inferiore alle stagioni che vanno dal 2015/2016 al 2018/2019.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza