Sennori, Modolo e Nuxis tra le 37 Città dell'Olio sarde

Ingressi accolti con favore dalla Rete cui aderiscono 371 Comuni

 Modolo, Sennori e Nuxis entrano nella rete delle Città dell'Olio, che ora conta in Sardegna 37 località iscritte, socie di una organizzazione che opera da oltre 25 anni promuove l'olio extravergine di oliva e valorizza il patrimonio olivicolo italiano e che a livello nazionale coinvolge 371 amministrazioni."Le Città dell'Olio sarde sono di più, più unite e più forti che mai nel promuovere le proprie eccellenze", dichiara Maura Boi, coordinatrice regionale della Rete. "La Sardegna continua a rispondere con grande entusiasmo alla nostra richiesta di adesione. Nell'isola l'olivicoltura e il turismo dell'olio sono una risorsa su cui puntare per il futuro - prosegue - bisogna fare squadra, condividere i progetti e puntare su turismo dell'olio, agricoltura sociale e recupero e valorizzazione del paesaggio".

"Aderendo all'associazione, i tre Comuni sardi dimostrano di credere in noi e di avere a cuore l'olivicoltura locale", dichiara Michele Sonnessa, presidente delle Città dell'Olio. "Insieme vogliamo dare un valido supporto ai produttori locali - spiega - attraverso la partecipazione alle iniziative che mettiamo in campo per promuovere l'olio Evo e i territori". Secondo Sonnessa "ci sono tante cose da fare, ma siamo felici di poter contare su una presenza così significativa della Sardegna".

Come spiega il vicepresidente delle Città dell'Olio, Giovanni Antonio Sechi, "le Città dell'Olio sarde lavorano per promuovere i prodotti e mettere i territori in rete". Rivolgendo lo sguardo al futuro, Sechi intravede "nuove opportunità da cogliere, rispetto alle quali stiamo lavorando d'intesa con la Regione".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie