Libano: ministro Esteri, le elezioni si terranno a maggio

'Con la stessa legge in vigore adesso'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 DIC - "Ci saranno le elezioni, questo governo non potrebbe esistere senza. Probabilmente a maggio, con la stessa legge in vigore adesso". Lo ha detto il ministro degli Esteri libanese, Abdallah Bou Habib, nel suo intervento alla conferenza dei Med Dialogues promossi da Farnesina e Ispi che si chiude oggi a Roma.
    L'altro importante tema "riguarda il Fondo Monetario Internazionale: non siamo ancora allo stato di negoziati perché ci sono ancora molte informazioni da acquisire. Per esempio la politica monetaria: nel nostro Paese ci sono tre tassi di cambio; la seconda questione sono le banche commerciali che devono essere ristrutturate. Infine, la terza questione riguarda il settore bancario che va riorganizzato in quanto gli istituti tassano anche se nel conto non ci sono soldi, dunque nessuno investe in quanto i libanesi spendono i soldi che guadagnano", ha aggiunto il ministro.
    Sulle dimissioni ieri del ministro dell'Informazione George Qurdahi (dopo le sue "inopportune" dichiarazioni sulla guerra in Yemen), Habib sostiene che il "Libano è un Paese libero, le persone possono prendere posizioni senza per questo essere penalizzate. Dato che il nostro è un governo di coalizione, ci sono diverse opinioni: come gruppo dobbiamo supportare le decisioni del governo, ma come individui abbiamo idee diverse.
    Come i giornali nel nostro Paese che sullo Yemen hanno mantenuto posizioni diverse. Ma da un ministro non è accettabile. Ha rilasciato quei commenti prima del suo incarico e sono stati tirati fuori adesso, diventando un problema". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA