Turismo: Unioncamere Veneto, mancano due turisti su tre

Indagine su primo semestre, calo medio del 70%

(ANSA) - TREVISO, 07 AGO - Fra gennaio e giugno il calo medio della ricettività del sistema turistico veneto è stato mediamente del 70%, dal -26% di febbraio al -62% di giugno, e nel periodo estivo le prenotazioni sono scese del 77% nelle città d'arte e del 52% nelle località balneari, assunte come estremi del comportamento dell'insieme dei comparti.
    I dati sono stati illustrati oggi, a Treviso, dai ricercatori coinvolti nell'Osservatorio regionale veneto sul turismo promosso da Unioncamere Veneto.
    Dall'indagine emerge inoltre come siano cambiati i mercati di riferimento. Fino allo scorso anno, infatti, il 70% della clientela era rappresentato da viaggiatori stranieri, mentre quest'anno la stessa quota, pur su una piattaforma ben più ristretta, è composta da italiani.
    Rispetto alle scelte di chi ha già consumato o affronterà una vacanza, i contenuti "vincenti" per orientare le scelte delle destinazioni sono, nell'ordine, la raggiungibilità della meta in automobile, al fine di poter rientrare subito a casa in caso di necessità, la conoscenza precedente dei luoghi e l'affidabilità del sistema sanitario del paese che si andrà a visitare. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie