/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'Altotevere si mobilita in difesa della sanità pubblica

L'Altotevere si mobilita in difesa della sanità pubblica

Il 23 manifestazione davanti all'ospedale di Città di Castello

PERUGIA, 03 settembre 2023, 12:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli amministratori dei Comuni dell'alta valle del Tevere, i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil, di Confindustria Altotevere e del mondo dell'associazionismo socio-sanitario del comprensorio manifesteranno il 23 settembre alle ore 10.00 davanti all'ospedale di Città di Castello "in difesa della sanità pubblica e per il rafforzamento dei servizi ospedalieri e della medicina del territorio". Lo annuncia il Comune in una nota.
    "Sarà il modo di chiedere a Regione Umbria e Usl Umbria 1 un confronto costruttivo per affrontare e risolvere le criticità che sta vivendo la sanità pubblica in Altotevere e rappresentare a una sola voce la necessità che i servizi rivolti ai cittadini vengano migliorati e potenziati con gli investimenti di cui c'è urgente e indifferibile bisogno", spiega il sindaco di Città di Castello Luca Secondi a nome dei promotori dell'iniziativa, invitando alla mobilitazione "tutti i cittadini che vogliono dare un segnale forte e unitario di rivendicazione del legittimo diritto delle comunità della vallata di usufruire di prestazioni e livelli assistenziali adeguati agli obiettivi di tutela della salute pubblica".
    Contenuti e modalità organizzative della manifestazione sono stati definiti in una riunione nella residenza municipale tifernate. Un tavolo di confronto permanente che le istituzioni pubbliche hanno aperto con tutti i rappresentanti della società civile coinvolti in ambito sanitario.
    Il problema delle liste di attesa sarà uno dei temi principali che verranno posti all'attenzione delle autorità regionali, insieme alla carenza di personale sanitario. Verrà lanciato un appello per l'attivazione di un piano speciale di assunzioni. La gestione della medicina del territorio sarà l'altra questione calda della manifestazione: la richiesta sarà quella di potenziare gli organici dei medici e degli infermieri del Servizio per le dipendenze e del Centro di salute mentale.
    L'attenzione verrà richiamata anche sulla gestione della Rsa, sul potenziamento dell'assistenza domiciliare e sulla necessità di investire sul Servizio immuno-trasfusionale.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza