Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Firmato accordo di sicurezza Australia-Papua Nuova Guinea

Firmato accordo di sicurezza Australia-Papua Nuova Guinea

Segue quello delle vicine Isole Salomone con la Cina

SYDNEY, 08 dicembre 2023, 06:47

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Australia e Papua Nuova Guinea, il maggiore stato insulare nel Sud Pacifico, hanno firmato un importante accordo bilaterale di sicurezza, durante la visita a Canberra del primo ministro James Marape, che ha avuto colloqui con il capo del governo australiano Anthony Albanese. L'accordo consolida i legami di Canberra con un vicino chiave nel Pacifico, che viene 'corteggiato' con persistenza dalla Cina.
    L'accordo, che fa seguito a quello concluso quest'anno dalle vicine Isole Salomone con la Cina, si concentra sulla sicurezza interna di Papua Nuova Guinea. L'Australia finanzierà la selezione e nomina di nuovi giudici e di almeno 50 funzionari di polizia. Port Moresby si attende dall'Australia assistenza dell'addestramento e potenziamento delle scarse forze dell'ordine nella lotta al traffico di armi e di droghe, oltre al controllo delle crescenti violenze tribali. Lo scorso agosto scontri tra tribù rivali hanno causato decine di morti nella regione degli altipiani.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza