Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rana torna a produrre piatti pronti in Italia, accordo al Mimit

Rana torna a produrre piatti pronti in Italia, accordo al Mimit

Piano da 78 milioni. Da ministero 10 milioni a fondo perduto

ROMA, 06 dicembre 2023, 16:55

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy ha autorizzato un Accordo di sviluppo di 78 milioni di euro con il pastificio Rana, storica grande impresa italiana di San Giovanni Lupatoto (Verona) che opera con otto stabilimenti ed è il principale produttore di pasta fresca ripiena in Europa e negli Stati Uniti d'America.
    Lo rende noto lo stesso ministero.
    "L'accordo, di particolare rilevanza strategica per i territori delle regioni Piemonte, Lombardia e Veneto, prevede la realizzazione di un programma di sviluppo industriale finalizzato all'aumento della capacità produttiva dell'azienda, che attualmente commercializza in 52 Paesi, con l'obiettivo di soddisfare la maggiore richiesta sul mercato dei prodotti di punta del gruppo: pasta, sughi e piatti pronti", spiega il Mimit.
    Il programma coinvolgerà gli stabilimenti di Moretta (Cuneo), Gaggiano (Milano) e San Giovanni Lupatoto, con la realizzazione di opere accessorie e funzionali all'ampliamento, e il "trasferimento nello stabilimento di Moretta della produzione di piatti pronti precedentemente svolta in Belgio".
    L'azienda, che ha oltre 1600 addetti, con la sottoscrizione dell'accordo prevede un incremento occupazionale di 96 lavoratori e un impatto di oltre 180 milioni di euro sulla filiera produttiva. A sostegno dell'investimento, il Ministero "ha concesso oltre 9.6 milioni di euro di agevolazioni a fondo perduto" mentre la "Regione Piemonte comparteciperà economicamente con 350 mila euro".
    L'accordo sarà gestito da Invitalia per conto del ministero.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza