Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Negoziato Ue sulle case green alla stretta finale

Negoziato Ue sulle case green alla stretta finale

Una manciata i punti critici ancora da risolvere

BRUXELLES, 06 dicembre 2023, 19:27

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Comincerà domani alle 16.30 quello che dovrebbe essere l'ultimo incontro negoziale in Europa per definire le regole per migliorare l'efficienza energetica degli edifici.
    L'incontro dovrebbe finire alle 19. Il condizionale è d'obbligo, visto che la materia è finita al centro di un acceso dibattito in Paesi come l'Italia e la Germania.
    Sono una manciata i punti critici che sono rimasti fuori dall'accordo dopo quelli fissati in un lungo incontro negoziale tenuto nella notte tra il 12 e il 13 ottobre scorsi.
    Il compromesso raggiunto due mesi fa ha riguardato gli standard minimi di efficienza degli edifici, con l'Europarlamento che ha difeso il principio dell'intervento prioritario sul patrimonio edilizio meno efficiente e gli Stati membri che hanno puntato a salvaguardare la flessibilità necessaria.
    Restano però ancora da definire a livello politico elementi come l'obbligo di installare pannelli solari su edifici pubblici e non residenziali e il destino dei combustibili fossili nel riscaldamento. Inoltre, deve essere ancora trovata un'intesa su alcuni dettagli non secondari, come la percentuale di risparmio medio di energia da raggiungere entro la fine del decennio.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza