Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

F1: Leclerc brilla nelle libere Abu Dhabi, Sainz a muro 

F1: Leclerc brilla nelle libere Abu Dhabi, Sainz a muro 

Ferrari bene a metà, Verstappen 'sgrida' i piloti Mercedes 

ROMA, 24 novembre 2023, 17:39

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Charles Leclerc conferma il suo buon momento al volante della Ferrari risultando il più veloce nelle prove libere del Gp di Abu Dhabi, ultima gara del Mondiale 2023 di Formula 1.

Ma per la Scuderia l'altra faccia della medaglia è l'incidente capitato a Carlos Sainz all'inizio della seconda sessione: il pilota è uscito illeso dal forte impatto contro le barriere, mentre la monoposto ha subito pesanti danni.

Il nuovo inconveniente per il pilota spagnolo dopo il grave caso del tombino di Las Vegas ha avuto riflessi sul lavoro di tutti i team, anche perché la sessione è stata interrotta per bandiera rossa per ben due volte a causa di un successivo e simile incidente occorso a Nico Huelkenberg con la Haas. Se Leclerc guarda tutti dall'alto col suo 1'24''809, dietro si sono accodati Lando Norris con McLaren e il campione del mondo Max Verstappen, non molto impressionato dalla efficacia della Red Bull sul circuito di Yas Marina. Così per avere un quadro più chiaro dei rapporti di forza in pista bisognerà attendere l'ultima sessione di libere e quindi le qualifiche, con Leclerc che appare comunque pronto a conquistare la seconda pole position consecutiva. L'obiettivo della Ferrari è di strappare il secondo posto nella classifica costruttori alla Mercedes, che oggi non ha brillato, chiudendo con il sesto tempo di George Russell e l'ottavo di Lewis Hamilton.

Nonostante tutto, Sainz è ottimista e pronto a dare il suo apporto: "Il mio è stato un errore costoso e mi dispiace per i meccanici, ma sono sicuro che domani saremo di nuovo in pista. Sembra che il campo sarà ristretto, quindi possiamo aspettarci una qualifica interessante", ha detto. Meglio delle Frecce d'argento hanno fatto le Alfa Romeo, con Valtteri Bottas quarto subito davanti alla Red Bull di Sergio Perez e Zhou buon settimo. Tra l'altro, i due piloti Mercedes hanno fatto arrabbiare Verstappen, che li ha superati con una manovra un po' azzardata sulla corsia dei box nel tentativo di rientrare in pista il più in fretta possibile a fine bandiera rossa.

"Si dovevano spostare, andavano piano e dovevo entrare in pista. Hanno provato a spingermi contro il muro e non va bene", ha lamentato l'olandese, sempre carico nonostante i tanti trionfi e record della stagione. A margine del lavoro in pista, l'ultimo fine settimana della stagione riserva anche qualche annuncio di accordi e novità. In una conferenza stampa, Mercedes e McLaren hanno ufficializzato che il team di Woking beneficerà dei motori Mercedes-AMG dal 2026 al 2030, diventando così il primo cliente del marchio ai sensi delle nuove normative sui propulsori a partire dal 2026", quando le motorizzazioni ibride vedranno un incremento di energia elettrica e utilizzeranno carburanti sostenibili al 100%.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza