Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Migranti: il governo Tory tenta di salvare il piano Ruanda

Migranti: il governo Tory tenta di salvare il piano Ruanda

Mentre anche il Labour stringe sull'immigrazione e loda Thatcher

LONDRA, 04 dicembre 2023, 11:19

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuovo tentativo del governo conservatore di Rishi Sunak di salvare il controverso piano Ruanda - per il trasferimento in Africa a scopo dissuasivo di quote di migranti sbarcati illegalmente in Gran Bretagna e in attesa di risposta a richieste di asilo nel Regno - bocciato il mese scorso dalla Corte Suprema di Londra. A renderne noti i dettagli è la Bbc che annuncia l'imminente partenza per Kigali del neoministro dell'Interno, James Cleverly, incaricato di definire con le autorità ruandesi un accordo riveduto e corretto: in grado nelle intenzioni dell'esecutivo di aggirare le obiezioni formulate dalla Corte al testo originale. Mentre pure i laburisti sembrano ormai corteggiare l'elettorato Tory, dal dossier immigrazione a certi richiami thatcheriani.
    La nuova intesa dovrebbe prevedere l'invio di avvocati britannici nel Paese africano, in funzione di garanti delle tutele minime e dei diritti essenziali assicurati dalla normativa britannica a coloro che fossero trasferiti. Il piano resta in ogni modo per ora in stand-by, contribuendo all'imbarazzo del governo per le promesse finora mancate sul fronte di un rafforzamento post Brexit dei controlli alla frontiere: come confermato dai dati ufficiali recenti sul flusso record netto di migranti registrato l'anno scorso e da quelli sugli sbarchi "clandestini" attraverso la Manica, solo parzialmente rallentati nel 2023.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza