Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Cinema
  4. La Warner scarica Batgirl, i registi: 'Siamo scioccati'

La Warner scarica Batgirl, i registi: 'Siamo scioccati'

Il rammarico della protagonista Leslie Grace

'Batgirl' vittima della politica dei tagli di David Zaslav, nuovo amministratore delegato di Warner Bros. Discovery. Prendendo tutti di sorpresa, la casa di produzione ha infatti annunciato l'intenzione di cancellare il film, basato sul personaggio della DC Comics, controparte femminile di Batman. Era previsto su Hbo Max quest'anno. La pellicola, con Leslie Grace ('In the Heights') nel ruolo di Barbara Gordon/Batgirl, era già in fase di post-produzione ed era costata quasi cento milioni di dollari. Secondo i media americani, Zaslav, nel tentativo di tagliare i costi, ha deciso di dare la priorità alle produzioni per le sale cinematografiche piuttosto che a progetti per lo streaming.

"Siamo rattristati e scioccati dalla notizia - hanno commentato in un post su Instagram i due registi, Adil El Arbi e Bilall Fallah -. Ancora non riusciamo a crederci. Da registi, è importante che il nostro lavoro venga fatto vedere al pubblico e, anche se il film non era ultimato, ci auguriamo che i fan in tutto il mondo abbiamo l'opportunità di vederne la versione finale. Il nostro fantastico cast e la nostra troupe hanno fatto un lavoro straordinario e hanno lavorato così duramente per dare vita a Batgirl. Siamo per sempre grati di aver fatto parte di quella squadra. È stato un sogno lavorare con attori fantastici come Michael Keaton, JK Simmons, Brendan Fraser, Jacob Scipio, Corey Johnson, Rebecca Front e soprattutto la grande Leslie Grace, che ha interpretato Batgirl con tanta passione, dedizione e umanità. In ogni caso, come grandi fan di Batman fin da quando eravamo piccoli, è stato un privilegio e un onore aver fatto parte del DCEU, anche se per un breve momento. Batgirl per la vita". La notizia dello stop ha raggiunto i due mentre si trovavano in Marocco per il matrimonio di El Arbi.

Anche la Grace ha usato i social media per esprimere il suo rammarico. "Querida familia! (Cara famiglia), alla luce delle recenti notizie sul nostro film Batgirl - ha scritto su Instagram, postando un'immagine che la ritrae con il mantello dell'eroina - sono fiera di ciò che abbiamo fatto e dell'amore, la dedizione e il lavoro sodo del nostro incredibile cast e dell'instancabile troupe per oltre sette mesi di riprese in Scozia. Mi sento fortunata ad aver potuto lavorare con persone eccezionali e di aver potuto forgiare rapporti di vita nel frattempo. A ogni fan di Batgirl - GRAZIE per l'amore e la fiducia e per avermi permesso di indossare il mantello e diventare, come Babs dice perfettamente, 'la mia dannata eroina'. Batgirl per sempre!". Inizialmente il film aveva un budget di 80 milioni di dollari, poi salito a 90 a causa dei protocolli anti Covid. Secondo Deadline, la Warner Bros Discovery sta cercando di recuperare circa tre miliardi tagliando i costi. Batgirl, che aveva avuto semaforo verde sotto la gestione di Jason Kilar, ex ceo della WarnerMedia, sarebbe ora in contrasto con la politica di Zaslav. Si ipotizza anche che la Warner abbia scaricato il film per non sconvolgere l'equilibrio del multiverso DC e rovinare i piani di 'The Flash' la cui uscita è prevista il 23 luglio del 2023.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie