Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La sicurezza nel Mar Rosso, all'Italia comando di Atlanta

La sicurezza nel Mar Rosso, all'Italia comando di Atlanta

Passaggio consegne a Gibuti. Attacchi Usa contro gli Houthi

GIBUTI, 12 febbraio 2024, 11:17

dell'inviato Domenico Palesse

ANSACheck

Mar Rosso: Italia prende il comando dell 'operazione Atalanta - RIPRODUZIONE RISERVATA

Mar Rosso: Italia prende il comando dell 'operazione Atalanta -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Mar Rosso: Italia prende il comando dell 'operazione Atalanta - RIPRODUZIONE RISERVATA

 L'Inno alla gioia accompagna la consegna della bandiera europea nelle mani del nuovo comandante della missione, il 46/mo della storia di Atalanta. Da oggi a guidare l'operazione antipirateria tra Mar Rosso e Somalia, nata nel 2008, sarà il contrammiraglio italiano Francesco Saladino, che ha preso il posto del portoghese Rogerio Martins de Brito.
    Per i prossimi sei mesi coordinerà, a bordo di nave Martinengo, la flotta che opera sotto il vessillo europeo per garantire la sicurezza delle navi in transito in una delle aree più calde del Medioriente, dove da settimane si sono intensificati non solo gli attacchi dei pirati ma anche i raid degli Houthi. E contro i ribelli yemeniti gli Usa hanno sferrato attacchi di autodifesa nello Yemen, colpendo fra l'altro missili pronti al lancio "per proteggere la libertà di navigazione nelle acque internazionali".
    "Siamo consapevoli delle sfide che ci aspettano - ha commentato il ministro della Difesa, Guido Crosetto - ma siamo anche consapevoli della nostra capacità di affrontarle con successo, grazie alla professionalità e l'esperienza delle nostre forze armate oltre che alla solida collaborazione con i nostri alleati e partner internazionali".
    Al porto di Gibuti, nel Corno d'Africa, istituzioni e autorità presenziano al passaggio di consegne, a bordo della fregata spagnola Victoria. "Abbiamo ottenuto grandi risultati nel Mar Rosso appena pochi giorni fa e ora siamo pronti di nuovo per operare sotto la bandiera europea", sono state le parole di Saladino. Nave Martinengo, infatti, è appena tornata dall'operazione di tutela e salvaguardia dei mercantili italiani nel Mar Rosso, affidata ora al Duilio. Missione nata proprio per garantire la sicurezza delle navi commerciali dirette in Italia e che potrebbero essere oggetto degli attacchi degli Houthi.

Video Mar Rosso, all'Italia il comando della missione Atalanta

 

 "Ci impegneremo per prevenire e reprimere la pirateria, proteggeremo navi e mercantili, perché questa è la nostra missione - ha sottolineato l'ammiraglio durante il passaggio di consegne - Le sfide che ci troviamo ad affrontare oggi ribadiscono l'importanza strategica di Atalanta per l'Unione Europea.Sentiamo un grande senso di responsabilità per questo impegno".
    Impegno reso ancora più gravoso non solo dalla recrudescenza degli attacchi alle navi da parte dei pirati ma anche, e soprattutto, dai raid dei ribelli yemeniti. "Siamo consapevoli delle differenti minacce in quest'area - le parole di Saladino all'ANSA - Ci sono numerosi operatori internazionali con cui abbiamo un continuo e intenso scambio di informazioni per avere consapevolezza dei rischi e delle minacce e per meglio difendere il traffico mercantile". Proprio per questo entro fine mese - una volta avuto il via libera definitivo da Bruxelles - partirà la nuova missione europea Aspides di cui l'Italia avrà il comando tattico. Un'operazione che nasce appositamente per contrastare i raid degli Houthi e che, quindi, avrà regole d'ingaggio differenti rispetto ad Atalanta, nonostante le minacce dei ribelli che ieri hanno raggiunto anche Roma. "Non ci facciamo ricattare - la replica di Crosetto - non ci intimidiscono". E domani, da Gibuti, Martinengo riprenderà il largo verso il golfo di Aiden, questa volta con la bandiera europea issata a riva. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza