Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Riapre palazzo Bonocore e diventa museo virtuale di Palermo

Riapre palazzo Bonocore e diventa museo virtuale di Palermo

Nell'antica residenza prima mostra su 'Palermo felicissima'

PALERMO, 30 novembre 2023, 14:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Riapre a Palermo palazzo Bonocore e diventa museo virtuale. Affacciata su piazza Pretoria, di fronte al palazzo di città, la splendida residenza aristocratica del XVI secolo è al centro di un progetto di rigenerazione culturale che la Curia, proprietaria del piano nobile, ha affidato a CoopCulture perché ne faccia una "bussola culturale" per la città. L'edificio è nel cuore del centro storico e la sua destinazione museale è considerata dall'arcivescovo Corrado Lorefice una "grande sfida". La riapertura del palazzo dà ora il via a una operazione culturale supportata da mostre di grande impegno come quella che apre il ciclo: si tratta di una mostra interattiva e cross-mediale dedicata alla "Palermo Felicissima", nata dalla collaborazione tra CoopCulture e Odd Agency. Il visitatore può interagire con un grande archivio e scoprire luoghi, persone, eventi, architetture. Si compone così il racconto di quella Palermo che a cavallo tra l'Ottocento e il Novecento vive un momento di fulgore europeo, vitalità culturale e spinta imprenditoriale. È una fase storica nella quale emergono poche famiglie, i Florio prima di tutto a cui viene dedicato uno spazio importante ma anche gli Ingham e i Whitaker che dalla lontana Inghilterra vengono in Sicilia per promuovere importanti iniziative.
    Si riescono così a conciliare grandi capacità imprenditoriali (i Florio erano presenti in tanti settori produttivi) e un gusto per il bello, affidato alla vena di artisti raffinati, architetti, artigiani di talento. Da loro nasce il filone dell'art nouveau che assegna a Palermo un palcoscenico europeo.
    È un viaggio, sottolineano i curatori dell'esposizione, che utilizza le tecnologie più avanzate tra visioni, installazioni, postazioni, proiezioni, realtà virtuale e intelligenza artificiale.
    La mostra è frutto del lavoro di ricerca di un comitato composto da Laura Barreca, Fabrizio Agnello e Ettore Sessa che hanno studiato a lungo il periodo storico a cui è legata l'esperienza di "Palermo Felicissima" e hanno esplorato archivi, collezioni private e pubbliche per riportare in una dimensione virtuale le testimonianze di un'epoca indimenticabile.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza