Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fondazioni liriche, sì a concorsi con quote riservate a precari

Fondazioni liriche, sì a concorsi con quote riservate a precari

Passa emendamento Pd in commissione Bilancio della Camera

CAGLIARI, 14 febbraio 2024, 14:02

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I teatri lirici anche nel 2024 potranno bandire concorsi con quote riservate per le maestranze artistiche e tecniche che operano in condizioni di precarietà. È il frutto dell'approvazione in commissione Bilancio della Camera, di un emendamento presentato dal Pd al decreto legge Milleproroghe che chiedeva la proroga di un anno della legge Bonisoli.
    "Un'esigenza molto sentita in particolare a Cagliari, dove per responsabilità di Paolo Truzzu, sindaco e presidente della Fondazione Teatro Lirico, i concorsi sono stati gestiti in modo inadeguato e frettoloso, tanto da lasciare ancora nel precariato molte decine di lavoratori", commenta il senatore dem Marco Meloni.
    "In questo caso è stato possibile, per la destra al governo, mettere una toppa agli errori e alla cattiva gestione di Truzzu, e ce ne rallegriamo - sottolinea il parlamentare sardo -. Ma a Cagliari e in Sardegna tutti sappiamo che ad altri cinque anni di gestione della destra non ci sarebbe rimedio per la nostra Isola: per questo nei prossimi 12 giorni è necessario continuare a lavorare intensamente per promuovere un cambiamento radicale, fatto di onestà e competenza, che può essere rappresentata solo dal centrosinistra guidato da Alessandra Todde".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza