Sardegna

Gli aforismi di Marcello Atzeni tra nonsense e calembour

Testimonial del suo nuovo libro sono le Lucido Sottile

Esce in autunno "Il miglio deve ancora venire 2 - 102 Crucci vari". E' il titolo della raccolta di aforismi di Marcello Atzeni, tra ironia, giochi di parole, nonsense e calembour. L' uscita del volume è stata anticipata dalle magliette indossate da Le Lucido Sottile, ovvero Tiziana Troja e Michela Sale Musio. Sono infatti le due attrici comiche cagliaritane le testimonial del nuovo lavoro, edito da Sandhi, dello scrittore di Baradili residente a Sanluri. Sulle t-shirt che precedono l'uscita del libro, stampate in numero limitato, sono riportate alcune frasi: "Giornata Frida-Temperature in Khalo", "L'amore ai tempi del ched'era", "Pensavo fosse amore invece era un catetere".

Un assaggio di quanto potrà leggersi sul volume accanto ad altri, come "Era talmente ateo e dissacrante che si fece rimuovere l'osso sacro" o ancora "I turbamenti del vegano: quando muoio, corro il rischio di reincarnarmi?". Le fotografie delle due testimonial, realizzate ai giardini pubblici di Cagliari, sono di Francesca Manca di Villahermosa. Lo scorso anno Marcello Atzeni (unico sardo tra i finalisti) con "Donne", antologia di racconti al femminile, è arrivato terzo all'Italian and American Playwrights Project promosso da Umanism, un concorso internazionale di scrittura giunto alla terza edizione che rappresenta "un ponte sulla drammaturgia tra Italia e Stati Uniti.

Il nuovo libro fa seguito a "Il miglio deve ancora venire -101 Crucci vari", uscito nel 2018 e impreziosito dalla prefazione di Maria Paola Masala. "Qui, in questo florilegio di battute fulminanti che costituisce la sua opera prima, concentra il meglio del suo (finto) cinismo, del suo amore per i giochi di parole, della sua capacità di divertirsi per un non sense, del suo continuo farsi domande", scrive la giornalista. Agrotecnico e biologo, scrittore, operatore culturale, Marcello Atzeni ha organizzato diverse rassegne di cinema e ha collaborato con Sergio Naitza per il docufilm "L'ultimo pizzaiolo". Lo scorso anno ha pubblicato "Nuotavo nel grano" (Sandhi edizioni). "Sessanta racconti, veri e inventati, che parlano dei tempi passati, soprattutto storie bucoliche", spiega l'autore. La prefazione è di Giacomo Mameli.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie