Sardegna

Calcio: Cagliari; incognita allenatore, Semplici in pole

Senza accordo tra i papabili Juric e il ritorno di Ranieri

Cagliari quartultimo in classifica insieme al Torino. Quintultimo se si considera il conto degli scontri diretti (pari) e della differenza reti generale. Posizione sotto le aspettative di inizio stagione: le premesse con l'ingaggio di Di Francesco avevano illuso i tifosi e fatto pensare a un Cagliari diverso sia in campo sia in classifica. Il film non ha mantenuto le attese del trailer. Con la salvezza, data quasi per scontata a inizio torneo, che due mesi fa sembrava solo un sogno. Retrocessione evitata due domeniche fa. E ora tutti in vacanza. Ma oggi si apre la settimana decisiva per la prossima stagione: la società deve scegliere se continuare con Semplici oppure no. L'allenatore che ha guidato il Cagliari nella rimonta ha un altro anno di contratto, queste sono le basi. Nei prossimi giorni ci sarà l'incontro cruciale con Giulini e Capozucca per capire se questa intesa deve essere rafforzata magari con un allungamento di contratto e con la consegna delle chiavi per il nuovo progetto.
    Se le parti non dovessero essere d'accordo i nomi dei possibili sostituti sono quelli di Juric e Ranieri. Sul primo però c'è il Torino, pronto a investire su di lui per un piano di rinascita che faccia dimenticare presto la deludente annata conclusa ieri con il pareggio di Benevento. Per Ranieri il problema è forse il legame affettivo troppo stretto che lega il tecnico romano al Cagliari: l'ex allenatore della Samp tornerebbe in Sardegna solo con idee e squadra in grado di convincerlo al cento per cento.
    Con Semplici o con chi dovesse arrivare si dovranno decidere innanzitutto le strategie di mercato. Le cessioni di Cragno e di Nandez non sembrano ora così improbabili. E il tecnico della prossima stagione vorrà sapere chi potrebbero essere i sostituti: soluzione interna tra i pali (Vicario), ma Nandez? In attacco anche Simeone potrebbe cambiare aria. E allora potrebbe essere necessario tornare sul mercato per trovare un'altra punta dalle caratteristiche simili a quelle del Cholito. Nel frattempo rompete le righe, ma non per tutti.
    Nandez e Godin, pilastri della nazionale uruguaiana, giocheranno nei prossimi giorni le gare con Paraguay e Venezuela valide per le qualificazioni ai mondiali in Qatar. Anche Marin sarà impegnato con la nazionale rumena. Niente sosta nemmeno per Cragno che oggi sará al Forte Village con la nazionale azzurra in ritiro-vacanza in vista della gara di venerdì con San Marino.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie