"Un arcipelago senza plastica", nuova campagna l'1 maggio

I volontari di La Maddalena promuovono una raccolta di rifiuti

(ANSA) - LA MADDALENA, 13 APR - Riparte la lotta in difesa dell'ambiente marino e costiero di "Un arcipelago senza plastica", che da tre anni opera a La Maddalena con l'obiettivo di dare il proprio contributo per la rimozione delle plastiche presenti sulle spiagge e nel territorio dell'arcipelago, che si trova lungo le coste nordorientali della Sardegna.
    Forti del supporto di 110 iscritti sparsi su tutto il territorio nazionale e della collaborazione di Ente Parco, Comune e Guardia costiera, i volontari di "Un arcipelago senza plastica" il primo maggio tornano alla carica con una nuova puntata della campagna che di consueto coinvolge gommoni e natanti di grossa portata nelle coste, mentre a terra entrano in azione camion, pick-up e altri mezzi.
    "L'attività del gruppo, nato nel 2018, opera nelle isole dell'arcipelago e nelle zone interne di La Maddalena grazie alla collaborazione degli enti competenti e la vicinanza di associazioni e società come Cento Comuni di Spoleto, Delcomar, Maddalena Lines, Ma&Ma, Le meraviglie dell'arcipelago, Centro velico Caprera, Riviera di Gallura, Rotary, Amici dell'arcipelago e La Maddalena Ambiente", dicono i promotori dell'iniziativa, rivendicando i risultati sin qui conseguiti.
    "In totale sono state raccolte oltre 60 tonnellate di rifiuti di ogni genere", sottolineano prima di dare appuntamento a chi vorrà unirsi nella battaglia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie