/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Caro prezzi: Unc, 1 piemontese su 3 a rischio povertà

Caro prezzi: Unc, 1 piemontese su 3 a rischio povertà

Spese per Natale, già si ipotizza taglio del 25%

TORINO, 24 settembre 2022, 10:10

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Con i forti rincari di gas ed energia elettrica e dei prezzi dei generi di prima necessità 1 piemontese su 3 è a rischio povertà ed è già ipotizzabile che a Natale le spese accessorie subiscano un taglio in media del 25% per tutte le famiglie. E' quanto risulta dall'analisi condotta dall'avvocato Patrizia Polliotto, presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell'Unione Nazionale Consumatori (Unc).
    "La crescita esponenziale del costo a megawatt ora del gas ha drasticamente ridotto il potere d'acquisto della più parte dei cittadini piemontesi, la cui capacità di spesa è destinata a orientarsi nella scelta tra il cibo e l'energia", sottolinea il legale secondo cui, finiscono "completamente fuori dal budget spese accessorie come cultura e tempo libero, che specialmente in vista del Natale. C'è una contrazione preliminare importante che sotto le festività produrrà, temiamo, un calo in media pari al 25% nelle famiglie mono e bireddito con figli a carico".
    Per Patrizia Polliotto la crisi energetica in atto rischia altresì di "Incrementare il tasso d'indigenza in regione, andando a pesare anche sulle mense dei poveri". Evidenti le ripercussioni anche sul carrello della spesa, "Con la progressiva scomparsa della carne, del pesce e di determinati ortaggi dalle buste dei consumatori, e l'aumento del prezzo del pane che oscilla tra il 18 e il 21%".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza