Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Soluzione salina invece di vaccino anti covid, medico a processo

Soluzione salina invece di vaccino anti covid, medico a processo

Inoculazioni a 60 pazienti

ANCONA, 05 dicembre 2023, 18:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Per avere somministrato fialette di soluzione fisiologica al posto dei vaccini anti covid, andrà a processo Sergio Costantini, 71 anni, medico di famiglia di Falconara (Ancona). Oggi il gup Alberto Pallucchini lo ha rinviato a giudizio e il procedimento inizierà davanti al tribunale di Ancona il 13 marzo 2025, tra più di un anno. Il professionista avrebbe beffato una sessantina di pazienti, facendo credere loro di somministrare il vaccino anti Covid-19, inoculando solo soluzione fisiologica.
    Gli sono contestati i reati di peculato, per aver indirizzato almeno una fialetta Pfizer a persone che non ne avevano diritto, falso ideologico per il rilascio di sei certificazioni di vaccino inoculato ad altrettanti pazienti a cui avrebbe invece somministrato la fisiologica, e anche l'interruzione di un pubblico servizio in relazione al fatto di aver turbato l'andamento della campagna vaccinale. Il caso era emerso il 22 aprile 2021, in piena pandemia e con la distribuzione delle prime dosi, con la perquisizione in ambulatorio, a Falconara, da parte della Squadra mobile della Questura di Ancona.
    Gli agenti si erano attivati a seguito di due denunce fatte da pazienti, insospettiti perché dopo la prima dose il dottore non aveva fissato loro la data della seconda. La polizia aveva scoperto poi altre presunte vittime che, in quel periodo, si erano rivolte al dottore per vaccinarsi. Il medico però non aveva per tutti le fialette del vaccino. Tre le costituzioni di parte civile presentate e ammesse: una coppia, moglie e marito, tra i primi ad aver nutrito sospetti sulla somministrazione fasulla, rappresentati dall'avvocato Laura Versace, e una anziana di Falconara, rappresentata dagli avvocati Andrea Nobili e Bernardo Becci, che era stata in studio dal medico per il vaccino.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza