Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fedez sbotta con gli hater, 'scoprirò chi siete, conigli infami'

Fedez sbotta con gli hater, 'scoprirò chi siete, conigli infami'

Dopo minacce di morte e auguri di terribili malattie al figlio

ROMA, 07 dicembre 2023, 16:09

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Troppo facile da dietro uno schermo senza assumersi le responsabilità di ciò che si scrive. Vi giuro su quello che ho di più caro che scoprirò chi siete, conigli infami". Sono le parole di Fedez contro gli hater nascosti sotto nomi e nickname falsi che stanno prendendo di mira il figlio Leone, di soli 5 anni, con minacce di morte e auguri di terribili malattie.
    Il rapper nelle scorse ore attraverso le sue Storie aveva annunciato di aver sporto denuncia contro di loro. Il bambino era sceso in campo a San Siro per accompagnare i rossoneri prima del fischio d'inizio. "E voi pensate che io non riuscirò a sapere chi siete? No, no, ragazzi non funziona così. Ma - spiega - vogliamo accelerare le cose? A me non interessa denunciarvi. A me la denuncia serve solo per sapere chi siete. Ditemelo voi, sapete dove abito, venite sotto casa mia - continua visibilmente turbato - e venite ad augurare la morte a mio figlio. Mi vedete allo stadio? Augurate un cancro a mio figlio. Volete sparare a mio figlio? Ditemelo in faccia". E continua: "Fate le cose da uomini, quali siete, visto che io sono un infame che vi ha denunciato. Accorciamo i tempi. Venite sotto casa mia, abbiate i coglioni, io sono qua". Fedez aggiunge: "Visto che vi state giustificando delle minacce di morte e degli auguri di tumore ai miei figli dicendo che io ho fatto la battuta su Emanuela Orlandi dico: E no, ragazzi, è proprio un'altra cosa. Io ci ho messo la faccia, ho fatto una cazzata, ho chiesto scusa, lunedì uscirà una puntata con Pietro Orlandi a cui ho chiesto scusa, con cui mi sono chiarito e ho cercato di rimediare. Voi la faccia non ce la mettete perché voi i coglioni non ce li avete. Io ogni cosa che dico e che faccio, pago le conseguenze perché ci metto la faccia ed è giusto che anche voi paghiate le conseguenze. Solo allora saremo sullo stesso piano e sarà mia premura fare sì che accada" sottolinea. In un altro punto il rapper conclude scosso: "Conigli infami che non siete altro".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza