Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ciclismo, a Rodano la scuola intitolata a Gino Bartali

Ciclismo, a Rodano la scuola intitolata a Gino Bartali

Domani alle 10 la cerimonia, presente una nipote del campione

MILANO, 24 novembre 2023, 16:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La scuola secondaria di primo grado di Rodano (Milano) celebrerà l'intitolazione del plesso a Gino Bartali. La cerimonia si terrà domani alle ore 10.00 e saranno presenti le autorità scolastiche, sportive, comunali, regionali, federali e soprattutto Gioia Bartali, nipote di Gino. A maggio era stato presentato il murales nel quale sono raffigurati Bartali, Coppi, Levati, Moser, Pantani che sfrecciano sulle loro biciclette, con i volti che esprimono la fatica, la determinazione, la passione per quel grande sport che è il ciclismo.
    L'opera è stata realizzata dagli studenti delle classi prime, seconde e terze medie. Dalla collaborazione della prof.ssa Altoneri con il prof.Silvano Celani, docente di educazione motoria, è nato il progetto del presente murale: "Fare squadra nello Sport e nella Vita", frase di un giovane allenatore di pallavolo scomparso un anno fa, Federico Neri.
    Tra i tanti sport è stato scelto il ciclismo. Si è pensato innanzitutto di immortalare Bartali, un "giusto", che contribuì al salvataggio di moltissime persone nel 1943 e 1944, già medaglia d'oro al merito civile nel 2005 e riconosciuto come Giusto tra le Nazioni nel 2013.
    Insieme all'inaugurazione del murale di maggio, la Dirigente dell'Istituto Concetta Frazzetta decise di solennizzare l'intitolazione della scuola a Gino Bartali e domani ci sarà l'ufficialità.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza