Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Murales con Anna Frank che piange di fianco a bimba palestinese

Murales con Anna Frank che piange di fianco a bimba palestinese

A Milano, opera dello street artist aleXandro Palombo

MILANO, 09 novembre 2023, 11:34

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Anna Frank con la divisa di Auschwitz e stella di David che piange tenendo tra le mani la bandiera d'Israele, al suo fianco una bambina palestinese con la kefiah in testa e sul volto la scritta Free Gaza, che dà fuoco alla bandiera di Hamas. Sono le opere di street art 'Innocenza, odio e speranza" apparse in piazza Castello, a Milano, create dall'artista aleXsandro Palombo a un mese dall'attacco di Hamas contro Israele. "La furia antisemita scatenata da Hamas - dice Palombo - sta travolgendo gli ebrei in ogni parte del mondo, questo orrore che riemerge dal passato deve farci riflettere tutti perchè mina la libertà, la sicurezza e il futuro di ognuno di noi. Il terrorismo è la negazione stessa dell'umanità e non ha nulla a che vedere con la resistenza, ci usa per dividerci e trascinarci nell'abisso del suo male, in un vortice infernale che non trova fine. Non potrà esserci pace finché il terrorismo non sarà sdradicato, legittimarlo significa condannare a morte l'intera umanità".
    Un'altra opera è apparsa in zona Porta Nuova: qui aleXsandro Palombo ha reimmaginato il bambino ebreo del ghetto di Varsavia con le mani alzate simbolo della Shoah come un ostaggio di Hamas. L'artista lo ha ritratto insieme a un bambino-soldato di Gaza e ad un terrorista di Hamas che gli punta il kalashnikov.
    "L'attuale street art di Palombo è un importante messaggio di avvertimento al mondo, nei suoi murales l'artista risponde agli orribili eventi del 7 ottobre, e allo stesso tempo al crescente antisemitismo, con un messaggio di speranza", ha dichiarato la storica dell'arte israeliana Batya Brutin, che ha ricevuto il Premio Yad Vashem alla carriera nel campo dell'educazione sull'Olocausto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza