Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bayrle alla Pinacoteca Agnelli, auto e catene di montaggio

Bayrle alla Pinacoteca Agnelli, auto e catene di montaggio

Due mostre e quattro nuove installazioni sul tetto del Lingotto

TORINO, 01 novembre 2023, 19:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I motori della Vespa e della Citroen che si muovono sulle note di Edith Piaf ed Erik Satie, ma anche sulle preghiere di un rosario tedesco. Un'opera pittorica dell'Avvocato Gianni Agnelli, composta da tanti piccoli cellulari. Wallpaper che uniscono elementi grafici con quelli dell'alta finanza, del sesso e della religione. C'è tutto questo nella personale dell'artista tedesco Thomas Bayrle, dal 3 novembre al 4 aprile 2024 alla Pinacoteca Agnelli: la mostra si sviluppa al terzo piano attraverso 9 sale che accolgono più di 90 opere. Tutte hanno un rapporto stretto con il Lingotto e con Torino. Form Form SuperForm, curata da Sarah Cosulich con Saim Demircan, prende il titolo dalle sue celebri "superforme", complessi pattern realizzati da Bayrle a partire dalla ripetizione di unità, di persone, prodotti o meccanismi, con cui negli anni Sessanta ha anticipato il linguaggio digitale del pixel.
    È uno degli appuntamenti che la Pinacoteca Agnelli propone da venerdì 3 novembre, in concomitanza con Artissima. Il secondo è un progetto dedicato a una nuova commissione di Lucy McKenzie in dialogo con i gessi di Canova della collezione Giovanni e Marella Agnelli. Si chiama Vulcanizzato ed è la terza edizione di Beyond the Collection, dedicato alla rilettura della collezione permanente attraverso le tematiche della contemporaneità, La Pista 500 si arricchisce di quattro spettacolari installazioni site-specific di Shirin Aliabadi (Iran), Thomas Bayrle (Germania), Julius von Bismarck (Germania) e Alicja Kwade (Polonia). Le opere accompagnano quelle già presenti di Valie Export, Sylvie Fleury, Dominique Gonzalez-Foerster, Louise Lawler, Marco Giordano e Superflex. "Tutti e tre i nuovi progetti sono legati alla fabbrica del Lingotto, dove ci troviamo, e al mito della produzione dell'automobile. Da qui passa la nostra identità", spiega la direttrice della Pinacoteca Agnelli, Sara Cosulich. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza