Parte con sprint concorso "Birre Preziose Premio Roma 2020"

Unioncamere Lazio, valorizziamo qualità brassicola del Lazio

Redazione ANSA ROMA

 ROMA - Prima edizione di "Birre Preziose Premio Roma 2020", concorso promosso da Unioncamere Lazio dedicato alle migliori birre del territorio regionale dove sono diversi i giovani e le donne che scelgono di fare impresa nei birrifici, micro e non. Oggi, in diretta streaming, la cerimonia di premiazione dopo una selezione di 29 tra birrifici e beerfirm (aziende prive di un impianto produttivo di proprietà) provenienti dalle cinque provincie laziali.

"L'iniziativa - ha sottolineato Carlo Hausmann, direttore generale di Agro Camera - ha messo in luce una grande diversità espressiva e produttiva. Con una grande voglia di uscire dal coro e dagli stereotipi ad attestare quanto il settore voglia costruire una propria strada e punti, sia in realtà appena avviate sia in quelle strutturate come Birra del Borgo che ha una produzione complessiva di 140mila litri con 30mila destinati ai mercati esteri, su ricerca, mercato gluten free, innovazione e imprenditoria femminile".

Questa la ripartizione territoriale: 6 imprese dalla provincia di Frosinone, 1 da quella di Latina, 4 di Rieti, 16 di Roma, 2 di Viterbo. Ben 76 il numero delle birre (non pastorizzate e/o microfiltrate) in gara nelle diverse categorie e giudicate da un panel tecnico di degustazione.

Per la tipologia "Birre a bassa fermentazione", ad aggiudicarsi la prima posizione è stata la birra Hotbock prodotta dal birrificio Oxiana, di Pomezia (RM).

Per le "Birre ad alta fermentazione", primo posto per la Tropical Bomb firmata da Rebel's, di Roma. Doppietta per Birra del Borgo (da Borgorose, Rieti), al top, tra le "Birre aromatizzate", con la sua Round Overnight Lamponi e, tra le "Birre con ingredienti da filiera corta", con la Duchessa.

Tra le "Birre innovative" (per utilizzo di cereali minori, a ridotto contenuto alcolico, dealcolate, etc.) successo per la Borders Kill di Deep Beer, di Sora (Frosinone). Altri riconoscimenti sono stati: "Migliore birra prodotta da giovane imprenditore" e "Migliore birra prodotta da nuova impresa", andati entrambi alla Pilsner Gluten Free del Birrificio Gladiatore (Roma); "Migliore birra prodotta da impresa femminile", assegnato alla Janula del Birrificio Agricolo Artigianale Sancti Benedicti, di Cassino (Frosinone); "Migliore birra di interesse per i mercati nazionali ed esteri", dato alla Duchessa di Birra del Borgo.

Una giuria composta da 17 tra giornalisti e blogger specializzati nel settore alimentare ed enogastronomico ha infine conferito alla birra Tropical Bomb del birrificio Rebel's s.r.l. (Roma) "Premio della critica".

"Alla sua prima edizione - evidenzia Lorenzo Tagliavanti, Presidente di Unioncamere Lazio - il concorso ha già riscosso un'alta partecipazione: 29 imprese (quasi un terzo del totale regionale) con 76 birre. Un numero incoraggiante a conferma della validità della nostra iniziativa, impreziosita anche dal fatto che il 3 dicembre scorso il Consiglio regionale del Lazio ha approvato la "Legge Regionale sulla Birra Artigianale" con la finalità di tutelare, promuovere e valorizzare il settore nella nostra regione. Ci auguriamo, poi, di incoraggiare le imprese a intraprendere un percorso di costante miglioramento, stimolando l'estro dei mastri birrai al fine di ottenere delle birre in grado di competere nei mercati nazionali ed esteri. E' per noi importante che iniziative di questo genere - conclude Tagliavanti - possano rappresentare un incentivo per l'imprenditoria giovanile e per lo sviluppo delle startup in ambito agroalimentare".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie