Intesa salva-mare con le cassette di pesce sostenibili

Federpesca e Produttori polistirene per l'economia circolare

Redazione ANSA ROMA

Più economia circolare nella filiera ittica grazie ad una serie di progetti che spingono l'acceleratore sulla sostenibilità utilizzando imballi isotermici e cassette per il pesce. E' l'obiettivo dell'intesa siglata dalla Federpesca, Federazione nazionale delle imprese di pesca e Aipe, Associazione italiana dei produttori e trasformatori di polistirene espanso. La pesca e l'acquacoltura, spiegano le due associazioni, rappresentano un settore chiave dell'economia blu, così come lo è l'industria del polistirene espandibile nell'economia del packaging. In questo contesto l'intesa punta proprio a responsabilizzare le Pmi del settore degli imballi isotermici in Eps, Polistirene espanso sinterizzato caratterizzato da un buon isolamento termico, resistenza all'umidità, sicurezza ambientale e riciclabilità.

Nello specifico il comparto della filiera ittica e dei produttori di Eps si impegnano a sviluppare progetti pilota per favorire la cooperazione tra i due comparti rispondendo alle nuove richieste del mercato e della comunità europea. "Siamo da sempre in prima linea per rappresentare l'impegno quotidiano delle imprese di pesca e dei pescatori per la tutela del mare", afferma il presidente di Federpesca, Luigi Giannini, nel ricordare di aver già promosso molti progetti volti al recupero delle plastiche dal mare. "Oggi facciamo un passo in più in collaborazione con Aipe - conclude - per dimostrare che un'azione congiunta per la tutela del Mediterraneo e di tutti i mari porta benessere e crescita economica e sostenibile".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie