Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fiat 600, progettata su tre pilastri dell'ingegneria

Fiat 600, progettata su tre pilastri dell'ingegneria

Focus su agilità, spazio massimizzato e sostenibilità

ROMA, 04 dicembre 2023, 11:10

Redazione ANSA

ANSACheck

Fiat 600, progettata su tre pilastri dell 'ingegneria © ANSA/Fiat

Fiat 600, progettata su tre pilastri dell 'ingegneria © ANSA/Fiat
Fiat 600, progettata su tre pilastri dell 'ingegneria © ANSA/Fiat

Nel progettare la Nuova Fiat 600, gli ingegneri italiani sono partiti dalla piattaforma multi-energia CMP di Stellantis, perfetta sia per propulsori full electric sia ibridi, è con lo stile del Cinquino come faro hanno realizzato un'auto completamente nuova, che punta a riportare la Casa italiana alla leadership nel segmento B. Per farlo, chiariscono da Torino, i progettisti hanno puntato su tre pilastri dell'ingegneria automobilistica: agilità, spazio massimizzato e sostenibilità.
    "Gli ingegneri - spiegano - si sono concentrati sulla massimizzazione dello spazio per le gambe e dell'abitabilità nella parte posteriore, oltre a spazio extra nel bagagliaio e per i portaoggetti. Spostando i punti H si sono guadagnati 30 millimetri in più di spazio per le gambe e 22 di abitabilità per le persone sedute in seconda fila, rendendo così la Nuova 600e un veicolo perfetto per le famiglie e i lunghi viaggi. Anche l'accesso all'interno è stato facilitato grazie all'allargamento dell'anello della porta di 37 millimetri. Altri 6 centimetri sono stati aggiunti alla parte posteriore per massimizzare il bagagliaio, mentre la curva più profonda nella parte posteriore allunga letteralmente lo spazio del bagagliaio all'interno, ottenendo la capacità del bagagliaio migliore della categoria per consentire alle persone di trasportare tutto ciò che amano.
    Inoltre, la Nuova Fiat 600e offre vani portaoggetti extra-large nella parte anteriore".
    Oltre a massimizzare lo spazio interno, i tecnici hanno lavorato anche sull'agilità della Fiat 600e, a partire dalle dimensioni compatte e dal passo: 4,17 metri di lunghezza totale e 2,56 di passo, che aiutano i clienti a uscire da molti spazi ristretti. Il diametro di sterzata è di 10,5 metri, tra i migliori della categoria. Due modalità di guida aiutano il guidatore nelle manovre urbane, la modalità normale, che favorisce la fluidità, e la modalità eco, che è leggera sui consumi; mentre la sportiva consente di sfruttare al meglio lo sterzo, l'accelerazione e la potenza durante la guida fuori città. "Inoltre - spiegano -, la Nuova Fiat 600e è dotata di una messa a punto specifica delle sospensioni per rendere le strade sconnesse più fluide, garantendo una guida confortevole su ogni tipo di terreno, oltre a un controllo ottimizzato del movimento della carrozzeria per ottenere il massimo divertimento dalla guida".
    Il terzo pilastro su cui hanno lavorato gli ingegneri Fiat riguarda, appunto, sostenibilità ed efficienza, a partire dalla realizzazione di un motore completamente nuovo, più silenzioso del 50% rispetto alla generazione precedente. "Dall'inizio del progetto 600e - svelano -, l'autonomia è stata migliorata del 25%, soprattutto grazie all'evoluzione del motore e della batteria. Ma parte dell'autonomia extra è dovuta anche al grande lavoro svolto sull'aerodinamica e sul peso. Ispirandosi alla famosa forma della 500 che era già aerodinamica, il team di ingegneri ha ottimizzato ogni singolo dettaglio per migliorare l'efficienza e ridurre il peso della 600e del 10% rispetto alla precedente generazione FIAT di segmento B".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza