Il ricordo della Juve: "Gianni Agnelli è stato un punto di riferimento"

Frasi Avvocato su sito web, "amo il calcio, forse lo amo troppo"

Redazione ANSA TORINO

"Con il suo amore verso la Juventus, Gianni Agnelli è stato un punto di riferimento. Un filo bianconero ha legato la sua esistenza. E tantissime sue frasi ancora oggi orientano i tifosi della Signora mostrando di cosa sia fatta la juventinità". A scriverlo è la Juventus, sul suo sito web, in una pagina creata oggi, col titolo "La passione di una vita", dedicata ai vent'anni dalla morte dell'Avvocato.
  

  Una collezione di sue frasi rimaste nella storia della squadra, tra cui: "Quando diventai presidente della Juventus scrissero: una società di 50 anni ha ora un presidente di 25", a ricordare l'età in cui assunse la carica, nel 1947". tra le altre "Boniperti e Trapattoni meritano riconoscenza", citando Giampiero Boniperti, giocatore prima e presidente poi, e Giovanni Trapattoni, il mister che più a lungo è stato sulla panchina bianconera. E ancora: "Ho dato a Del Piero il soprannome Pinturicchio: per l'estetica, per il modo di giocare.
    I suoi gol sono sempre eccellenti". e su Platini: "Rimarrà unico e inimitabile". Una passione che esprimeva così: "Amo il calcio, forse lo amo troppo, a tal punto da mettere in secondo ordine le alternative domenicali. sì, amo molto questo sport che non ha rivali", con le tante immagini che lo vedono in tribuna e che commentava in questo modo: "Prima della partita, sono sempre nervoso. Dopo, quasi sempre soddisfatto". Chiude un virgolettato che si legge all'ingresso dello Juventus Museum: "Mi emoziono perfino quando leggo in qualche titolo di giornale la lettera J.
    Penso subito alla Juve".
    Una pagina, quella con le frasi dell'Avvocato, a cui la Juventus rimanda anche da Twitter, scrivendo: "Vent'anni fa ci lasciava Gianni Agnelli. Ricordiamo l'Avvocato con alcune delle sue frasi più celebri" e una foto dell'Avvocato. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie