Tempo Libero

Natale: gift card o alimentari, vince regalo utile

Lista doni punta sui 'pensierini' e sullo star bene. Nielsen, 300 euro di spesa

regali sotto l'albero. foto iStock. © Ansa
  • di Alessandra Magliaro
  • ROMA
  • 10 dicembre 2021
  • 09:58

Abbiamo scoperto con il lockdown la comodità dell'e-commerce, lo shopping affollato e intruppato (a rischio contagio) vale per vedere le vetrine e farsi venire idea ma poi sotto l'albero incartato mettiamo un biglietto e accanto una gift card, il nuovo modo, che quest'anno sta avendo un vero boom anche in Italia, per fare il regalo di Natale, lasciando libertà a chi lo riceve di spendere come meglio crede. Gift Card per ogni tema, come l'abbigliamento ovviamente ma persino per supermercati e addirittura farmacie, ormai con l'emergenza sanitaria considerate come una seconda casa tanto le frequentiamo.
    Con la precarietà che ormai anche inconsapevolmente ci abita dentro anche i tradizionali doni di Natale vanno di conseguenza: puntiamo a pensierini più che fantasmagorici pacchi visto che alle incertezze economiche si è aggiunto il timore dei rincari delle bollette, tutto va nella direzione di non dilapidare fortune. Perlomeno nella media degli italiani. Al centro di tutto c'è il tema dello star bene: tutto quello che ha a che fare con il benessere è il regalo trend dell'anno dagli oggetti per il fitness, ai libri di meditazione, dal beauty rigenerante alle candele per la casa (un successo che fa aprire negozi in tutta Italia monotematici), ma è soprattutto il regalo a tema food ad impazzare. Regalare forniture di olio, bottiglie di vino con etichette preziose, panettoni artigianali, cioccolati di alta pasticceria, salumi e formaggi con marchi di garanzia sono, in un nuovo spirito di 'godiamoci le piccole gioie della vita', quello che fa più piacere donare e ricevere. E se qualcosa di alimentare si era sempre regalato, magari come un plus, oggi si è capito che vogliamo trattarci bene con le cose che, pur nell'era del Covid, ci sono rimaste preziose come appunto un buon pasto gourmet. Acquistiamo nei siti e-commerce dei produttori oltre che nei grandi motori di ricerca, oppure nei negozi boutique: soldi spesi bene visto che almeno accontentano il palato. Se poi sono legati a qualche iniziativa solidale abbiamo fatto bingo: sono innumerevoli i dolci, i panieri salati di ogni tipo legati a sostenere qualche associazione.
    Che il cibo sia diventato il cuore 'anche' del Natale lo si vede dal boom di mini elettrodomestici dedicati, e che pure sono gettonatissimi come regali 2021: il soup maker per zuppe calde, la friggitrice ad aria, i sofisticati robot, i food processor, il mini frullatore (anche con forme divertenti e stilose) da mettere in borsa per realizzare all'occorrenza frullati. Nella lista di Babbo Natale gli attrezzi per la cucina laboratorio sono in cima. 
Quest’anno metteremo sotto l’albero circa 8 regali a testa, spenderemo in media circa 300€ per portarci a casa i regali per i nostri cari (cifra più elevata per chi ha figli, per i più adulti (45-65 anni) e tra gli uomini) secondo l’indagine eBay condotta da NielsenIQ1. Se per 1 persona su 4 lo shopping natalizio è iniziato già a ottobre, resiste lo zoccolo duro di quelli che vi si dedicano solo a dicembre: il 45% aspetta di respirare l’atmosfera delle feste, soprattutto 55-65enni e residenti al Sud. C’è però anche chi attende la Vigilia di Natale per dedicarsi ai regali da mettere sotto l’albero: sono il 2% gli amanti dello shopping last minute. Tra i motivi per ritardare l'inizio degli acquisti, in primis la possibilità di sfruttare promozioni, per il 49% dei rispondenti. Tra le categorie di prodotto scelte per i regali di Natale, secondo la ricerca, spopola quella del fashion, preferita dal 64% degli italiani. A seguire quella della profumeria e della cosmetica, su cui si orienterà il 51%, poi i libri, i prodotti alimentari, giochi e videogiochi  i prodotti tech.


   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie