Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Detenuto psichiatrico torna in Rems ubriaco e picchia i sanitari

Detenuto psichiatrico torna in Rems ubriaco e picchia i sanitari

A Calvi Risorta (Caserta): 5 giorni di prognosi per infermiere

NAPOLI, 08 dicembre 2023, 10:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Medici e infermieri aggrediti con calci e pugni da un detenuto psichiatrico tornato nella Rems (residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza) in preda ai fumi dell'alcol: è successo la scorsa notte a Calvi Risorta, in provincia di Caserta dove uno degli infermieri vittima delle violenze è stato costretto a ricorrere alle cure dei colleghi.
    Per lui la prognosi è stata di cinque giorni. A denunciare l'accaduto è l'associazione "Nessuno Tocchi Ippocrate" su Facebook.
    "Uno dei pazienti/detenuti stanotte è tornato ubriaco (ebbene si i detenuti escono ed entrano dalla struttura) e visibilmente agitato, - si legge nel post - per questo motivo il medico di guardia decide di allertare forze dell'ordine e 118 per TSO.
    Alla vista delle Forze dell'ordine il paziente si calma e si sottopone a terapia. Dopo che i sanitari ed i carabinieri lasciano la struttura incomincia ad infuriarsi, inizia a lanciare pietre contro le auto del personale ma soprattutto calci e pugni ad infermieri e medici, uno di questi ha ricevuto 5 giorni di prognosi".
    L'associazione spiega anche che la Rems, "in Italia, indica una struttura sanitaria di accoglienza per gli autori di reato affetti da disturbi mentali (infermi di mente) e socialmente pericolosi. La gestione interna è di esclusiva competenza sanitaria, poiché afferenti al Dipartimento di Salute Mentale delle ASL di competenza, nonostante appartenenti al carcere di Carinola".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza