Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Libertà e autorità, se ne parla in un festival a Napoli

Libertà e autorità, se ne parla in un festival a Napoli

Il 2 e 3 dicembre "Alla prova del tempo"

NAPOLI, 22 novembre 2023, 14:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel cuore di Napoli, nella chiesa dei Santi Marcellino e Festo, sabato 2 e domenica 3 dicembre si terrà la prima edizione del festival "Alla prova del tempo.
    Storia con figure. Libertà/Autorità". Il progetto è dell'Associazione Aps A Voce Alta, con il coordinamento scientifico dei professori Gennaro Carillo e Andrea Mazzucchi, ed è finanziato dal Comune di Napoli.
    "Il festival - si legge in una nota - ripercorrerà qualche stazione del cammino accidentato della libertà, del suo rapporto ambiguo con l'autorità e con la sua degenerazione (l'autoritarismo, in tutte le sue forme, dalla tirannide alle dittature totalitarie, passando per l'eterna lotta contro la libertà della scienza)".
    Le due giornate si articoleranno in otto incontri presentati dallo scrittore, critico letterario e saggista Paolo Di Paolo, con la partecipazione di Laura Pepe, Matteo Palumbo, Fernanda Alfieri, Giovanni Bietti, Michela Ponzani, Francesco P. de Cegli, Sara Giudice, Luciana Castellina. Verranno affrontati i temi: libertà repubblicana, tiranni, corpi contesi fra desiderio, saperi e poteri, Verdi, il Risorgimento, uomini e donne nella lotta partigiana, storie di vampiri, Anna Politovskaja, la dissidenza nella Russia di Putin.
    Il festival prenderà il via sabato 2 dicembre, alle ore 10.00, con i saluti del sindaco Gaetano Manfredi e di Alessia Amante di A voce alta.
    Prevista la partecipazione di vari istituti scolastici superiori.
    "Questa due giorni è il primo seme di un progetto più ampio che vogliamo portare avanti in città sul tema della storia e dell'uso della storia come chiave di lettura del presente e del futuro", ha spiegato il sindaco Manfredi. "Quest'anno è stato scelto un tema importante come il rapporto tra libertà e autorità, che ci aiuta anche a comprendere le dinamiche geopolitiche che stiamo vivendo in questa fase così difficile.
    Lavoreremo insieme alle associazioni e ai promotori di questa iniziativa perché la nostra idea è riportare stabilmente il festival della storia a Napoli".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza