Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nola si proclama "Città della tolleranza e del libero pensiero"

Nola si proclama "Città della tolleranza e del libero pensiero"

Nel nome di Giordano Bruno. Domani la presentazione del progetto

NOLA (NAPOLI), 15 novembre 2023, 17:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nola, comune del Napoletano, si autoproclama città della tolleranza e del libero pensiero: nel luogo di nascita di Giordano Bruno, il filosofo che nel 1600 preferì morire sul rogo di Campo de' fiori a Roma piuttosto che rinnegare le proprie idee, prende vita un progetto destinato ad allargarsi anche ai territori circostanti.
    La presentazione dell'iniziativa si terrà domani nell'aula consiliare a partire dalle 16, alla presenza, tra gli altri, del sindaco Carlo Buonauro, del presidente del consiglio comunale Francesco Pizzella, del docente di filosofia Luigi Pasciari, e del presidente della fondazione 'Festa dei gigli di Nola', Francesco De Falco.
    Il percorso che porterà alla proclamazione di Nola "Città della tolleranza e del libero pensiero" è costituito da una serie di passaggi ufficiali che culmineranno nella celebrazione di un Consiglio comunale che sancirà formalmente la volontà di creare un vero e proprio hub intorno al quale sviluppare momenti di sensibilizzazione e di salvaguardia di quei valori nei quali Nola affonda le radici. Tra gli obiettivi del progetto, ci sono il coinvolgimento delle scuole e la creazione di una "valle bruniana" nella quale comprendere le città del territorio nolano.
    "Ragionare di tolleranza verso ciò che è diverso e di libera espressione del proprio pensiero - spiega il sindaco - soprattutto alla luce dei tragici avvenimenti del nostro tempo, significa provare a costruire una diffusa mentalità di libertà, solidarietà e giustizia sociale. Sono i valori posti a fondamento di questa seconda edizione speciale di FeNoMeNa, la kermesse filosofica nolana, nel segno di Giordano Bruno e della nuova intitolazione della Città di Nola. L'amministrazione comunale intende stimolare l'intera nostra comunità, soprattutto i più giovani, orientandoli ai principî fondamentali sui quali si fonda la Pace fra i popoli".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza