Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ex sindaco Castellammare, accolto ricorso contro scioglimento

Ex sindaco Castellammare, accolto ricorso contro scioglimento

Patriarca, "da sempre perplessità su accuse infiltrazioni clan"

NAPOLI, 15 novembre 2023, 18:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso contro lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche del Comune di Castellammare di Stabia (Napoli). I giudici di Palazzo Spada, rendono noto l'ex sindaco Gaetano Cimmino e la deputata, e coordinatrice provinciale di Forza Italia, Annarita Patriarca, "hanno annullato, con rinvio, la precedente decisione del Tar del Lazio disponendo che a occuparsi del caso sia una nuova e diversa sezione del Tribunale amministrativo della Capitale".
    "Questo dispositivo conferma l'esigenza di chiarezza rispetto a un provvedimento sul quale fin da subito abbiamo espresso le nostre perplessità - commenta Cimmino - Sin dall'inizio eravamo certi che la sentenza del Tar era priva di elementi e di motivazioni che hanno portato ad uno scioglimento che ha colpito l'intera città e che ci ha portato a fare ricorso al Consiglio di Stato. Il testo prodotto dai giudici, stando ai contenuti, farà giurisprudenza".
    "È una grande vittoria per la città - aggiunge Patriarca -.
    Fin dalla lettura delle carte abbiamo sempre espresso rispettose ma ferme perplessità sulla reale fondatezza di un'accusa che ha ingiustamente macchiato una intera comunità interrompendo un'esperienza amministrativa, guidata dal sindaco Gaetano Cimmino, che con grande sacrificio e impegno stava lavorando per offrire agli stabiesi una nuova idea e una nuova visione della città, reduce da anni di insoddisfacenti gestioni politiche. E la sentenza del Consiglio di Stato conferma queste nostre iniziali impressioni quando parla di "estrema genericità delle motivazioni" che non consente "in alcun modo di comprendere il percorso logico-giuridico su cui il Tar ha fondato le proprie conclusioni". Di fatto, abbiamo assistito a uno scioglimento al buio di un'amministrazione comunale".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza