Frammento del Partenone da Palermo torna a casa

Cerimonia di consegna, al via partnership culturale tra musei

Redazione ANSA PALERMO

(ANSA) - PALERMO, 10 GEN - Si è svolta questa mattina al Museo dell'Acropoli di Atene la cerimonia ufficiale per il ritorno in Grecia del Frammento appartenente al fregio orientale del Partenone grazie all'accordo siglato fra le due prestigiose istituzioni.
    Alla cerimonia di consegna erano presenti il primo ministro della Repubblica Greca Kyriakos Mitsotakis, la ministra della Cultura Lina Mendoni e il direttore del Museo dell'Acropoli di Atene, Nikolaos Stampolidis che hanno accolto l'assessore dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà e la direttrice del Museo archeologico regionale Salinas di Palermo, Caterina Greco. Il reperto del Partenone, giunto all'inizio del XIX secolo nelle mani del console inglese Robert Fagan, è pervenuto al Regio Museo dell'Università di Palermo, di cui il Museo Archeologico Regionale "Antonino Salinas" è l'odierno epigono, tra il 1818 e il 1820 per atto di vendita della vedova del console.
    Lo storico accordo sottoscritto tra il Museo Salinas e il Museo dell'Acropoli di Atene prevede l'arrivo in Sicilia nelle prossime settimane di un'importante statua acefala di Atena, databile alla fine del V sec. a.C. La statua di Atena sarà presentata nel corso di una cerimonia ufficiale che vedrà consolidarsi l'avvio di un periodo di profonda collaborazione tra i due Musei che si declinerà attraverso la programmazione condivisa di mostre, convegni, studi e incontri internazionali.
    "Il ritorno in Grecia di questo frammento appartenente al fregio orientale del Partenone - sottolinea l'assessore Alberto Samonà - rappresenta per il governo Musumeci non un momento conclusivo, ma l'inizio di un nuovo rapporto con la Repubblica Greca che ci fa essere orgogliosi e consapevoli che stiamo scrivendo insieme una nuova pagina di storia: le iniziative in comune che nasceranno tra il nostro Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas, diretto da Caterina Greco e il prestigioso Museo dell'Acropoli di Atene, diretto da Nikolaos Stampolidis, parlano la lingua di questo futuro: oggi costruiamo insieme una nuova Europa della Cultura, che affonda le proprie radici nella nostra storia e nella comune identità mediterranea e che guarda al futuro".
    Nel corso dell'incontro odierno, l'assessore dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà, ha invitato la ministra della Cultura greca, Lina Mendoni ad essere presente in Sicilia alla Prima delle rappresentazioni classiche di Siracusa in programma a maggio e ha preannunciato al direttore del Museo dell'Acropoli Nikolaos Stampolidis che gli è stato conferito per il 2022 il premio "Comunicare L'Antico", che gli sarà consegnato il prossimo 3 settembre al Parco archeologico di Naxos-Taormina, nell'ambito del Festival "Naxos legge". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie