Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lee Miller alla Palazzina di Stupinigi dal 9 settembre

Lee Miller alla Palazzina di Stupinigi dal 9 settembre

Cento scatti di una delle artiste più affascinanti del '900

TORINO, 28 giugno 2023, 13:31

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A tre anni di distanza dalla mostra dedicata a Vivian Maier, le antiche cucine della Palazzina di Caccia di Stupinigi ospitano, dal 9 settembre al 7 gennaio 2024, gli scatti di un'altra grande fotografa, Lee Miller, una delle figure più affascinanti e misteriose del Novecento. Modella di straordinaria bellezza, cuoca estrosa, impavida corrispondente di guerra, fotografa di eccelsa bravura.
    "Lee Miller: Photographer & Surrealist" è una mostra che ripercorre la vicenda umana e professionale di Lee Miller ponendo l'attenzione sullo sguardo surrealista della fotografa, formatosi alla fine degli anni Venti a Parigi. "È difficile raccontare una donna di tale caratura: la sua intimità è complessa, la sua biografia è tumultuosa, il suo lavoro amplissimo. Con questa mostra e la selezione delle opere che la compongono abbiamo cercato di restituire quello che era Lee Miller ma soprattutto quello che era il suo sguardo, un unicum nella storia della fotografia del secolo scorso" spiega Vittoria Mainoldi, curatrice della mostra.
    In mostra sono esposti cento scatti provenienti dall'Archivio Lee Miller che conducono il visitatore alla scoperta non solo della biografia della Miller ma anche della sua cifra stilistica, unica nel panorama della fotografia del primo Novecento. La mostra si sviluppa attraverso diverse aree tematiche: partendo dal lavoro in studio a Parigi, dove la fotografa lavora con sperimentazioni tecniche e compositive, si passa a quello legato al mondo della moda e della pubblicità svolto nello studio di New York.
    La mostra, a cura di Ono Arte Contemporanea, è una produzione Next Exhibition, in collaborazione con Associazione Culturale Dreams e con il patrocinio di Città Metropolitana di Torino.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza