Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mimmo Paladino, la sua arte degli ultimi 15 anni a Cannobio

Mimmo Paladino, la sua arte degli ultimi 15 anni a Cannobio

'Non avrà titolo', a Palazzo Parasi dal 24 giugno all'8 ottobre

CANNOBIO, 16 giugno 2023, 15:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Palazzo Parasi di Cannobio, sul lago Maggiore in Piemonte, ospita dal 24 giugno all'8 ottobre la mostra 'Non avrà titolo', curata da Lorenzo Madaro che ha riunito i dipinti di grande e medio formato degli ultimi quindici anni di produzione artistica del maestro Mimmo Paladino. Nell'esposizione sono presenti anche alcune opere realizzate negli ultimi mesi, a conferma dell'estrema vitalità della ricerca di Paladino e della sua capacità di costruire immagini e di tracciare nuovi itinerari, dalle arti visive al teatro e al cinema, rimanendo fedele al proprio lessico. "Il titolo della mostra - spiega il curatore Lorenzo Madaro - riecheggia una delle sue opere storiche e intende proprio rivelare l'idea di presente e di futuro custodita nei suoi lavori, in cui teste, tracce e segni arcaici si stratificano e cambiano direzione ritornando costantemente nonostante siano oggetto di persistenti metamorfosi e riflessioni. Le sue sono icone di un tempo dilatato - prosegue il professor Madaro - di cui non si possono rintracciare gli estremi cronologici o geografici, ma sono riconoscibili a tutti, poiché sono universali, appartenendo a un discorso sulla pittura che Paladino traccia in particolar modo dagli anni Settanta". La pittura per Paladino è un fatto mentale: la sua arte si concentra sullo spazio, lo attraversa e lo trasforma. Altre volte lo stravolge e poi lo ricompone combinando diversi linguaggi: disegno, scultura, spazio, materia, metamorfosi e anche assenza, come l'opera scelta dall'artista e dal curatore come immagine simbolo della mostra. La mostra è aperta da mercoledì a domenica in questi orari: mercoledì 16.30-18.30, giovedì 10-13, venerdì e sabato 10-13.00 e 16.30-18.30 e la domenica 10-13. Preludio alla mostra è un'altra opera di Paladino, presente sul lungo lago di Cannobio: è un grande cavallo, una monumentale scultura che sorveglia lo spazio circostante. Scarno, essenziale, rigoroso nelle sue forme, connette la dimensione del sogno e quella della riflessione sulla storia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza