Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al Mao i metalli islamici tra festa, caccia e astrologia

Al Mao i metalli islamici tra festa, caccia e astrologia

Apre il 16 giugno la mostra con la Aron Collection

TORINO, 15 giugno 2023, 18:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

TORINO - Apre al pubblico dal 16 giugno, fino al 17 settembre al Mao - Museo d'arte orientale di Torino - la mostra 'Metalli sovrani. La festa, la caccia e il firmamento nell'Islam medievale', in collaborazione con The Aron Collection.
    La mostra, a cura di Veronica Prestini, mette in luce il potere delle tecniche e della bellezza delle manifatture: rarissimi frammenti tessili, metalli, ceramiche e manoscritti.
    Fra gli oggetti più raffinati, provenienti dalla collezione Aron, un portapenne incrostato in argento (Mosul, Iraq, fine XIII secolo), che reca una raffigurazione del sole circondato dai pianeti, motivo iconografico tipico degli oggetti destinati a governanti e ad altri membri dell'élite nonché emblema dell'iconografia astrologica nell'Islam medievale, e un grande bacile in ottone inciso e ageminato in argento (Fars, Iran meridionale, XIV secolo) dalla decorazione altamente simbolica: le scene di caccia col ghepardo, col falcone e con l'arco.
    La mostra è anche l'occasione per mostrare al pubblico, accanto ai pezzi di importanti collezioni private, oggetti oggi custoditi nei depositi del Mao. Come già accaduto per altri progetti espositivi del Museo d'Arte Orientale, anche Metalli sovrani costruisce un dialogo tra opere antiche e contemporanee.
    Questa volta, all'interno del percorso espositivo c'è l'opera Monochrome bleu (1959) di Yves Klein. Il blu oltremare, il cosiddetto blu di Persia, domina infatti nelle pregiatissime miniature ed è spesso accompagnato dall'uso della foglia oro.
    La mostra rappresenta la prima collaborazione fra il Museo d'Arte Orientale e The Aron Collection. Per il Mao è la seconda tappa verso la grande mostra dell'autunno dedicata all'arte dei Paesi tra estremo Oriente e centro Asia fino alle sponde del Mediterraneo.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza