Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dai pipistrelli alle balene, la chiave della longevità è nella vita di gruppo

Lo indica uno studio fatto su 1.000 specie di mammiferi

Redazione ANSA
Dalla balena artica alla talpa senza pelo, dal pipistrello ferro di cavallo al rinopiteco dorato, la vita di gruppo sembra essere una delle chiavi della longevità, limitando il rischio di diventare prede o di patire la scarsità di cibo: lo indica uno studio fatto su quasi 1.000 specie di mammiferi caratterizzate da diverse organizzazioni sociali, e con una durata della vita che varia dai 2 anni dei toporagni agli oltre 200 anni di alcune balene. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Communications da un gruppo di ricercatori guidati dall’Istituto di Zoologia di Pechino, e potrà migliorare la nostra comprensione del ruolo giocato da questi fattori nell’evoluzione e del loro legame con una vita più lunga.
 I ricercatori guidati da Pingfen Zhu e Weiqiang Liu hanno analizzato 974 specie di mammiferi, confrontando la vita solitaria, di coppia e di gruppo con l’aspettativa di vita. Le specie che amano la compagnia includevano l’elefante asiatico e africano, il lemure dalla coda ad anelli e la zebra di montagna, mentre tra le fila dei ‘lupi solitari’ c’erano anche il dugongo (un mammifero marino), l’oritteropo (un curioso insettivoro africano) e lo scoiattolo orientale.
 I risultati mostrano che chi vive in gruppo gode generalmente di una vita più lunga: ad esempio, il toporagno settentrionale (solitario) ha dimensioni simili a quello del pipistrello ferro di cavallo, ma mentre il primo ha una breve vita di soli 2 anni, il secondo può raggiungere i 30. Gli autori dello studio hanno anche eseguito un’analisi genetica su 94 delle specie esaminate: hanno così individuato 31 geni e diversi ormoni e altre molecole che confermano il legame tra socialità e longevità.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA