Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cop28, ministri arabi criticano piano uscita graduale da fossili

Riunione a Doha, 'non siamo l'origine delle emissioni'

12 dicembre 2023, 16:00

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA
(ANSAmed) - DUBAI, 12 DIC - Alcuni ministri arabi, riuniti oggi a Doha per una conferenza sulla cooperazione regionale nel settore petrolifero, hanno criticato con forza la proposta di un'uscita graduale dai combustibili fossili, tema che divide alla Cop28 in corso a Dubai.

Il ministro del petrolio kuwaitiano Saad al-Barrak ha definito la pressione un "attacco aggressivo", accusando i Paesi occidentali di cercare di dominare l'economia globale attraverso le energie rinnovabili. Secondo lui si tratta di "una lotta per la nostra libertà e i nostri valori". Da parte sua, il ministro del Petrolio iracheno Hayan Abdel-Ghani, ha dichiarato che "i combustibili fossili rimarranno la principale fonte di energia nel mondo". "Non possiamo eliminare gradualmente l'uso di questa fonte energetica", ha detto. "Come paesi arabi, produciamo questa energia, ma non siamo l'origine delle emissioni", ha sostenuto, scaricando questa responsabilità sui paesi consumatori, che "devono sviluppare tecnologie per ridurre le loro emissioni".

Mohamed bin Mubarak bin Daina, ministro del Petrolio e dell'Ambiente del Bahrein, ha affermato che l'oro nero è "un fattore essenziale nelle nostre economie". "Dovremmo concentrarci su questo settore, preservarlo e consumare i suoi derivati "in modo equilibrato", ha aggiunto, chiedendo una riduzione delle emissioni e un maggiore utilizzo delle energie rinnovabili.

Anche rappresentanti di Algeria, Libia e Oman, nonché il ministro dell'Energia saudita, il principe Abdulaziz bin Salman, hanno partecipato alla conferenza di due giorni dell'Organizzazione dei Paesi arabi esportatori di petrolio (Opec) che si tiene in Qatar, emirato ricco di gas. (ANSAmed).

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

Ultima ora Mondo

Errore 404 - Pagina non trovata - ANSA.it Cop28, ministri arabi criticano piano uscita graduale da fossili - Ambiente - Ansa.it
404

Pagina non trovata

Le cause principali per cui viene visualizzata una pagina di errore 404 sono le seguenti:

  • un URL digitato erroneamente
  • un segnalibro obsoleto
  • un collegamento datato proveniente da un motore di ricerca
  • un link interno interrotto non rilevato dal webmaster.

Se riscontri il problema, ti invitiamo a contattarci per segnalarlo.

Grazie.