Volkswagen, consegnato un esemplare Up! a polizia di Verona

La cerimonia in piazza dei Signori con Nordio e Petricca

Redazione ANSA ROMA

Una Volkswagen e-up! per la polizia di Verona. La consegna in piazza dei Signori, da parte di Massimo Nordio, amministratore delegato di Volkswagen Group Italia, che ha affidato al Questore, Ivana Petricca, le chiavi dell'auto in livrea. L'auto, caratterizzata dalla trazione 100% elettrica a zero emissioni, avrà come missione il controllo del territorio. La Volkswagen e-up!, trasformata con livrea ufficiale, viaggia sempre in modalità elettrica consentendo quindi di azzerare le emissioni di gas nocivi allo scarico e l'inquinamento acustico. Le sue caratteristiche tecniche, in particolare l'alimentazione a batteria - motore da 60kW, con un'autonomia fino a 160 km - e la compattezza delle dimensioni la rendono la scelta ideale per il compito assegnato: pattugliare il centro storico della città scaligera. ''Dopo Roma e Milano, anche a Verona Volkswagen Group Italia e le Forze dell'Ordine collaborano per garantire alla collettività servizi sempre più efficienti - ha detto Nordio - . Dal 2015 abbiamo consegnato alla Polizia di Stato oltre 2.000 vetture - diversi modelli di tutti i nostri Brand, ovvero Volkswagen, Audi, Seat, Škoda e Volkswagen Veicoli Commerciali - e questa ulteriore iniziativa rafforza una partnership di valore, che ci rende orgogliosi e che testimonia una volta di più il nostro impegno per la diffusione della mobilità elettrica in Italia''. ''A nome della Polizia di Stato sono particolarmente lieta di questa partnership e ringrazio l'ad Massimo Nordio che, dopo due grandi città capoluogo come Roma prima e Milano poi, abbia pensato a Verona e quindi ai cittadini veronesi, nel concedere in comodato d'uso quest'autovettura in livrea della Polizia di Stato. La particolare caratteristica del tipo di autovettura, a tutela dell'ambiente, così come la sua agilità e duttilità, ci ha indotto a destinarla all'attività istituzionale del Poliziotto di Quartiere svolta nel centro storico: infatti, essa si muoverà coprendo piazze e vie del centro città, aree pedonali frequentate da cittadini, turisti e dense di attività commerciali e ricettive, a vantaggio del rapporto di prossimità e di contatto con la cittadinanza''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie