Auto: Unrae, crolla mercato veicoli industriali (-40,5%)

Effetto Coronavirus sulle vendite a marzo in Italia

Redazione ANSA TORINO

Effetto Coronavirus anche sul mercato dei veicoli industriali con massa totale a terra superiore alle 3,5t tonnellate: a marzo le immatricolazioni sono state 1.285, il 40,5% in meno dello stesso mese del 2019. I dati sono del Centro Studi e Statistiche di Unrae, l'associazione delle case estere, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il consolidato del primo trimestre 2020 è di 5.258 consegne, in calo del 13% rispetto all'analogo periodo del 2019.
    "Gli effetti dell'emergenza sanitaria sul mercato dei veicoli industriali si sono manifestati con tempestività", spiega Franco Fenoglio, presidente della Sezione Veicoli industriali di Unrae.
    "Il peggio però deve ancora venire. È difficile immaginare che il dato di mercato di fine anno per i veicoli industriali possa registrare un crollo complessivo inferiore al 30% rispetto al consolidato del 2019. Di fronte all'incertezza circa la durata delle misure di contenimento in atto e le conseguenze che a catena ne discenderanno potrebbe rivelarsi realistica una previsione che raggiunga anche una perdita di mercato del 40%.
    Con lo sguardo rivolto alle condizioni odierne della nostra filiera dobbiamo innanzitutto prendere atto che nell'ambito della logistica il trasporto su strada in tutte le sue declinazioni (dalla linea internazionale alla distribuzione) è una risorsa essenziale che va salvaguardata con cura e lungimiranza. È di fondamentale importanza iniziare a considerare il trasporto con l'attenzione che gli è stata finora negata, vista la sua importanza non solo dal punto di vista economico, ma anche da quello della sicurezza sociale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie