Porta Borsari

Verona - Monumento

La Porta Borsari fa parte delle Mura Romane della città. Il nome originale era Porta Iovia, per la presenza del vicino tempietto dedicato a Giove Lustrale. Nel Medioevo prese il nome di Porta di San Zeno, mentre l'attuale nome è riferito ai Borsari, i soldati di guardia che riscuotevano il dazio. La facciata, in blocchi di calcare bianco locale, presenta due passaggi arcuati delimitati da semi-colonne con capitelli corinzi che reggono trabeazione e frontone. Al di sopra è articolata in due piani sovrapposti decorati, con una serie di 12 finestre arcuate e piccole edicole.



Corso Porta Borsari, Verona

Modifica consenso Cookie