Inaugurata Terni-Rieti, Umbria e Lazio più vicine

Per ad Anas Simonini "è passaggio importante"

(ANSA) - TERNI, 22 DIC - Umbria e Lazio diventano più vicine grazie al completamento dell'ultimo tratto della Terni-Rieti, al confine tra i due capoluoghi di provincia, d'ora in poi raggiungibili reciprocamente in circa 20 minuti.
    L'inaugurazione è avvenuta questa mattina alla presenza tra gli altri della ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli, di quello degli Esteri Luigi Di Maio, dell'ad e direttore generale di Anas Massimo Simonini e dell'assessore alle Infrastrutture della Regione Umbria, Enrico Melasecche.
    Il tratto interessato - che sarà percorribile dal 23 dicembre alle 11 - è lungo complessivamente circa tre chilometri ed è compreso tra la galleria Montelungo (Rieti) e quella Valnerina (Terni). L'opera, che comprende anche un viadotto di 500 metri, ha comportato un investimento di oltre 20 milioni di euro.
    Il cantiere ha riguardato sia la realizzazione del lotto laziale che il completamento del tratto umbro, i cui lavori erano rimasti sospesi a causa del fallimento, avvenuto nel 2017, dell'allora impresa esecutrice. All'asta principale si aggiungono poi una serie di rami secondari per i collegamenti con la viabilità locale, i centri abitati e l'esistente stazione ferroviaria, che saranno ultimati nella primavera 2021.
    "L'inaugurazione di quest'opera - ha sottolineato nel suo intervento l'ad di Anas Simonini - è un passaggio importante, in quanto consente benefici in termini di tempo, guida e sicurezza stradale e va a chiudere l'anello mancante lungo la tratta Terni-Rieti". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie