Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Moto
  4. MotoGp: Quartararo subito veloce, delude Bagnaia

MotoGp: Quartararo subito veloce, delude Bagnaia

Bene Aprilia e anche Suzuki, Zarco il migliore su Ducati

Anche nel giorno del ritorno a scuola il primo della classe difficilmente si fa trovare impreparato e così ha fatto Fabio Quartararo nel venerdì di prove libere sul circuito di Silverstone, dove il motomondiale ha ripreso la stagione dopo la pausa estiva. Il leader della classifica piloti, in sella alla Yamaha M1, è stato il più veloce in assoluto tra le due sessioni, unico a scendere sotto il muro dell'1'59'' con il suo 1'58″946. Se è vero che Quartararo in gara avrà la penalizzazione del 'long lap', di sicuro nessuno può chiamarlo fuori dalla sfida per la vittoria, da cui al momento sembra lontano solo Francesco Bagnaia, solo undicesimo con la Ducati ufficiale e obbligato a risalire lnelle terze libere per evitare l'imbarazzo degli esami di riparazione in Q1. La veloce pista inglese è stata imparziale nei confronti delle varie Case, tanto che dietro alla Yamaha si sono schierate nell'ordine la Suzuki di Joan Mir, staccato di 154 millesimi, l'Aprilia di Maverick Vinales (+177) e la Ducati Pramac di Johann Zarco (+188). Prima nel raddoppio è l'Aprilia, con Aleix Espargaro quinto a due decimi dal francese e desideroso di approfittare del vantaggio in gara per accorciare le distanze in classifica. Sesto tempo per la Ktm di Miguel Oliverira (+0.217), dopo il quale sono entrati nella top 10 con un distacco maggiore Alex Rins (Suzuki), Enea Bastianini (Ducati Gresini) - la cui Desmisedici sfoggiava sulla coda una doppia coppia di alette per il momento più scenografiche che efficaci -, Jack Miller (Ducati), protagonista anche di una caduta senza conseguenze, e Marco Bezzecchi (Ducati VR46). Venerdì deludente per Bagnaia, che non è riuscito a trovare il feeling giusto nè con le gomme medie nè con le morbide e che domani dovrà fare decisamente meglio se vorrà lottare per le prime posizioni. Continua il momento 'no' della Honda sempre più orfana di Marc Marquez. Il fratello Alex ha viaggiato con un ritardo di oltre otto decimi su Quartararo e in vista per l'ex regina del Mondiale non sembrano esserci soluzioni rivoluzionarie. Nessun acuto, almeno per oggi, da parte di Andrea Dovizioso, dopo l'annuncio del ritiro dalle gare al Gp di San Marino a Misano. L'italiano ha chiuso col 19/o tempo, risultato più lento di oltre un secondo sul leader ma in linea con quello di Franco Morbidelli.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie